Attualità

Sicurezza alimentare, dal 2022 stop in Ue al biossido di titanio come additivo alimentare

Condividi

L’Europa dice stop all’uso del biossido di titanio come additivo alimentare dal 2022. Gli Stati membri hanno dato il via libera alla proposta della Commissione europea di interdire il colorante molto utilizzato in prodotti come gomme da masticare, pasticcini, integratori alimentari, zuppe e brodi.

L’approvazione della proposta arriva dopo il parere dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) che ha concluso che l’E171 non può più essere considerato sicuro come additivo alimentare, in particolare perché non si possono più escludere rischi di genotossicità.

Francia, frutta e verdura saranno venduti senza imballaggi in plastica

A meno che non venga adottata, entro la fine di quest’anno, un’obiezione dal Consiglio o dal Parlamento europeo, il testo entrerà in vigore all’inizio del 2022.

Ambiente in Costituzione, ok della Camera. Fico: “un momento molto importante”

Seguirà poi un periodo di 6 mesi per l’eliminazione delle scorte dopo il quale si applicherà il divieto totale della sostanza nei prodotti alimentari.

(Visited 13 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago