In Belgio arriva il

A partire dal 1° luglio 2022, in Vallonia, una Regione del Belgio, sarà obbligatorio un certificato – un vero e proprio “pet pass” – prima di adottare un animale da compagnia. Ecco perché.

Un “pet pass” rilasciato dal Comune per dimostrare di non essere stati condannati per maltrattamento di animali. È il certificato che, a partire dal 1° luglio 2022, dovranno presentare gli abitanti della Vallonia, una delle tre Regioni del Belgio, prima di adottare cani, gatti, criceti, conigli, uccellini, tartarughe e pesci rossi.

Il “pet pass” per ospitare in casa un amico a quattro, a due o senza zampe era stato introdotto il 1° gennaio 2019. Fino a oggi, tutti i cittadini maggiorenni possedevano automaticamente il documento. Il certificato poteva essere controllato e ritirato in caso di segnalazioni di maltrattamento. A partire dal 1° luglio 2022, in Belgio, invece, allevatori di cani, santuari e titolari di negozi per animali dovranno verificare la regolarità del “pet pass“.

L’obiettivo è il benessere degli animali e garantire che le persone non facciano acquisti compulsivi. Pensateci due volte. Acquistare un animale significa avere dei doveri, significa avere un certo numero di responsabilità. Vogliamo che le persone riflettano attentamente“, ha dichiarato al quotidiano “GEO” Nicolas Yernaux, portavoce del Servizio Pubblico della Vallonia (SPW).

Articolo precedenteVacanze in montagna? Ecco le 19 località “bandiera verde” di Legambiente
Articolo successivoCome preparare la fregula sarda? La ricetta della “Signora Desolina” è tutta da ridere