Battipaglia, brucia un deposito di pneumatici. Allarme nube tossica VIDEO

Un incendio è divampato questa notte in un’azienda di rifiuti speciali nella zona industriale, la MGM a Battpaglia.  Secondo le prime indagini sul luogo, l’incendio sarebbe doloso. “A Battipaglia sta accadendo qualcosa di losco. E’ una guerra e le vittime sono i cittadini che in quel territorio soffrono da troppo tempo”, denuncia il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

 

“La nostra città, è stata svegliata da una nube tossica di pneumatici che bruciano”, spiega il sindaco di Battipaglia, Cecilia Francese. Questa notte all’interno della MGM , un’azienda che si occupa di smaltimento di gomme, è divampato un grosso incendio, A a un mese dal rogo della Rigeneral Plast.

 

Valle Galeria, la “terra dei fuochi” romana. Ecco cosa sta succedendo

La prima cittadina ha firmato un’ordinanza che obbliga i cittadini residenti nel raggio di 1,5 km a serrare le finestre e dispone la chiusura e la sospensione delle attività scolastiche per tutta la giornata all’istituto onnicomprensivo ‘Sandro Penna‘ e all’istituto superiore ‘Enzo Ferrari‘. Resteranno chiuse anche le attività produttive e commerciali nel raggio di un chilometro dal rogo.

 

Secondo le prime indagini sul luogo, l’incendio sarebbe doloso. Sul posto i vigili del fuoco con numerose squadre che sono al lavoro per spegnere le fiamme e le forze dell’ordine per stabilirne le cause esatte. Allertata anche la protezione civile, che consiglia di “lavare accuratamente ortaggi e panni esposti all’esterno”.

Anche l’Italia brucia. Incendi triplicati rispetto al 2018

A Battipaglia sta accadendo qualcosa di losco. È una guerra e le vittime sono i cittadini che in quel territorio soffrono da troppo tempo”. Così il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa commenta l’incendio.

Frosinone, incendio deposito rifiuti. Scuole chiuse. Aggiornamenti

Quando il 24 agosto scorso ho incontrato i cittadini – aggiunge Costa – ho promesso loro che, in caso di riconferma, avrei immediatamente avviato un tavolo tecnico. Ne ho parlato con la direzione generale e i tecnici, e oggi stesso partiranno le convocazioni di un tavolo con i sindaci dell’area, la Regione, i presidenti di Provincia e Città metropolitana e chiaramente il Ministero”.

Chiedo a tutti di venire con proposte concrete da condividere – sottolinea ancora il ministro -, perché se gli amministratori pubblici si separano e cercano le differenze questa guerra la perderemo tutti e chi pagherà il prezzo più salato saranno i cittadini inermi. Se lavoreremo insieme, invece, la vinceremo”.

Terra dei Fuochi, piano azione ‘Roghi Zero’ inizia a funzionare. Costa: “massima attenzione all’estate”

(Visited 83 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!