Bandiera Blu 2019, premiate le 385 spiagge più pulite e sostenibili d’Italia

Bandiera Blu 2019. 183 località rivierasche e 72 approdi turistici,  per complessive 385 spiagge (circa il 10% delle spiagge premiate a livello mondiale), potranno fregiarsi del riconoscimento Bandiera Blu 2019, assegnato dalla Foundation for Environmental Education (FEE).

“Annunciamo con soddisfazione, anche per il 2019, un aumento di Comuni Bandiera Blu, ben 183” – ha detto il Presidente della FEE Italia, Claudio Mazza, spiegando poi come “quella di Bandiera Blu è una filosofia dei piccoli passi ma cose molto concrete, che nel tempo determinano il cambiamento”.

Mare, sos pesci: non crescono perchè si nutrono di microplastica

“I Comuni in grado di conservare il proprio patrimonio ambientale e di saperlo promuovere mostrano già di essere quelli maggiormente appetibili per il turismo, turismo – ha sottolineato Mazza – che dovrà inevitabilmente riferirsi a parametri di sostenibilità sempre più stringenti per potersi rinnovare e creare benessere”.

In questa 33ma edizione, sono state premiate le località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti, come stabilito dai risultati delle analisi che, nel corso degli ultimi quattro anni, le ARPA hanno effettuato nell’ambito del Programma Nazionale di monitoraggio, condotto dal ministero della Salute, in collaborazione con il ministero dell’Ambiente.

Plastica, liberare il mare attraverso un’alleanza tra pescatori. Manifesto di Federpesca

I risultati dei test sull’acqua,  sono stati presentati direttamente dai Comuni, dal momento che c’è piena corrispondenza tra quanto richiesto dalla FEE e quanto effettuato dalle ARPA, in termini di numero di campionamenti e di indicatori microbiologici misurati.

I 32 criteri del Programma vengono aggiornati periodicamente in modo tale da spingere le amministrazioni locali partecipanti ad impegnarsi per risolvere, e migliorare nel tempo, le problematiche relative alla gestione del territorio al fine di una attenta salvaguardia dell’ambiente.

Grande rilievo è stato dato alla gestione del territorio e all’educazione ambientale, messe in atto dalle Amministrazioni al fine di preservare l’ambiente e promuovere un turismo sostenibile.

Plastica, il cestino dei rifiuti per il mare Seabin vince il Premio Costa Smeralda ‘Innovazione Blu’

In quest’ottica, alcuni indicatori presi in considerazione sono stati:

  • l’esistenza ed il grado di funzionalità degli impianti di depurazione;
  • la percentuale di allacci fognari,
  • la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi;
  • le iniziative promosse dalle Amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo;
  • la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio;
  • la cura dell’arredo urbano e delle spiagge;
  • la possibilità di accesso al mare per tutti senza limitazioni

 

I 72 approdi premiati dimostrano che la portualità turistica ha consolidato le scelte di sostenibilità intraprese, rispondendo ai requisiti previsti per l’assegnazione internazionale, garantendo la qualità e la quantità dei servizi erogati nella piena compatibilità ambientale.

Analizzando i risultati ottenuti in questa edizione, si nota un trend di crescita delle località Bandiera Blu rispetto al precedente anno.

Questa edizione infatti ha visto premiati 183 comuni, 8 in più rispetto ai 175 dello scorso anno, con 12 nuovi ingressi e 4 uscite.

Microplastiche non solo in mare. Contaminate anche le Alpi

In particolare, la Liguria sale a 30 località con tre nuovi ingressi e guida la classifica nazionale, segue la Toscana con 19 località, la Campania rimane a 18 Bandiere, con 15 località seguono le Marche che perdono due Bandiere ma segnano un nuovo ingresso.

Presente con 14 località, di cui un nuovo ingresso, la Sardegna, mentre la Puglia conquista una nuova località e raggiunge 13 Bandiere, perdendone due.

La Calabria sale a quota 11 località con due nuovi ingressi, mentre l’Abruzzo a 10 con l’ingresso di un lago.

Il Lazio arriva a 9, con una nuova entrata mentre il Veneto conferma le sue 8 Bandiere.

Anche l’Emilia Romagna conferma le sue 7 località, la Sicilia invece ne guadagna una passando a 7 Bandiere.

Barletta, i pescatori potranno recuperare la plastica in mare

La Basilicata si aggiudica 5 località con un nuovo ingresso e il Friuli Venezia Giulia conferma le 2 Bandiere dell’anno precedente.

Il Molise rimane con 1 Bandiera.

L’edizione 2019 ha visto anche crescere le Bandiere sui laghi con 17 località: si registra il nuovo ingresso in Abruzzo, mentre si confermano le 3 località del Piemonte, rimangono invariati il Trentino Alto Adige con 10 località e la Lombardia con 1.

(Visited 209 times, 2 visits today)

Leggi anche

Diretta Live
Diventa Green!