bambino dente di squalo megalodonte

Un bambino inglese di 6 anni ha trovato su una spiaggia un dente di megalodonte, l’antenato dello squalo, rimasto nascosto per almeno 3 milioni di anni

Un bambino di sei anni, cercando denti di squalo su una spiaggia britannica, ha trovato il dente lungo 12 cm di un megalodonte, sepolto per almeno tre milioni di anni.

Sammy Shelton ha trovato il dente con suo padre Peter a Bawdsey Beach, a Gorleston-on-Sea nel Suffolk; è un luogo in cui molte persone vengono a cercare conchiglie, denti di squalo e fossili diversi dei tempi recenti e di quelli scomparsi da tempo.

 


Cacciatori di fossili semi-professionisti hanno spiegato a padre e figlio che è quasi impossibile trovare denti di megalodonte in Gran Bretagna, nonostante siano stati trovati quasi ovunque sulla Terra.

“Sammy era molto eccitato perché avevamo già visto frammenti di denti di squalo sulla spiaggia, ma niente di così grande e pesante come questo”, ha detto il signor Shelton alla BBC, aggiungendo che il bambino si è “molto affezionato” e che ci dorme persino insieme.

Il megalodonte non è vissuto insieme ai dinosauri, ma si è evoluto quando la Terra è tornata a prosperare dalla catastrofe che li ha portati all’estinzione. Erano tre volte più grandi di un grande squalo bianco, ipotizzato come dotato del morso più potente di qualsiasi animale, terra o mare, mai vissuto, e navigarono in mare tra 23 e 3 milioni di anni fa.

 


Un corpo così massiccio garantisce che nessuno può divorarti, ma con una dieta che consisteva in animali grandi come balene, la sua vita dipendeva in gran parte dall’esistenza di creature marine altrettanto enormi intorno, uno status quo che non durerà mai per sempre, poiché La storia della Terra ne è testimonianza.

 

Articolo precedenteRoma, cinghiali e peste suina: confermata la linea degli abbattimenti
Articolo successivoAmbiente, Tommy Hilfiger e Shawn Mendes insieme per una moda sostenibile