Politica

BALLOTTAGGIO OSTIA. PECORARO SCANIO E DE NICOLO’(M5S): UN VOTO CONTRO LA DESTRA

Condividi

Ospiti negli studi di TeleAmbiente Alfonso Pecoraro Scanio, Pres. della Fondazione UniVerde,  e Silvana De Nicolò, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, hanno commentato il primo turno elettorale di Ostia, in vista del ballottaggio di domenica prossima tra Giuliana Di Pillo (M5S) e Monica Picca (centrodestra).

Al centro della riflessione le problematiche di degrado che riguardano non solo il X Municipio ma tutta la regione.

I risultati di questa tornata elettorale hanno dimostrato un astensionismo oltre ogni previsione con un cittadino su tre che è andato a votare. L’ex ministro dell’agricoltura ha commentato: “ Da una parte c’è una disaffezione perché le forze politiche sono sempre di più drammaticamente in crisi. In questo quadro va sottolineato il risultato del movimento 5 stelle, che nonostante le difficoltà incontrate nel comune di Roma ha raccolto la fiducia di tanti cittadini”. Commento analogo da parte di Di Nicolò, che aggiunge: “i cittadini sono addirittura stanchi di sentire riproposte sempre le stesse cose e per quanto riguarda Ostia c’è il problema commissariamento che certamente non ha favorito il dialogo con gli elettori.

Un commissariamento per infiltrazione mafiosa durato due anni che nonostante il positivo operato,  secondo la consigliera regionale M5S, ha allontanato i cittadini dalla politica.

Ma i risultati elettorali di Ostia di dieci giorni fa hanno evidenziato anche la crescita di Casa Pound, con Luca Marsella, che ha conquistato il 9,08%. “Si tratta di un fenomeno da attenzionare perché ci sono alcuni aspetti che possono essere di voto di protesta, poi c’è probabilmente un voto clientelare o addirittura influenzato in modo malavitoso e contro quello va fatto un intervento da parte delle forze dell’ordine” avverte Pecoraro Scanio “però credo che i temi di oggi siano i problemi reali. Sono convinto che la tradizione ecologica del M5S consentirà di vincere questo ballottaggio.”

 Molti sono i problemi di degrado, di precarietà, di disagio a cui dovrà far fronte il nuovo sindaco. Come per i canali che ad ogni alluvione sono a rischio esondazione. Per non parlare di un evidente degrado urbano e di abbandono, dal pontile, al lungomare ai quartieri della nuova Ostia.

Per Silvana  Di Nicolò il rimedio consiste “nelle sinergie, che sono fondamentali, tra i vari livelli amministrativi e nella partecipazione dei cittadini. Perché le scelte prese su Ostia e su tutto il X Municipio non sono mai state condivise con la popolazione.”

Per Pecoraro Scanio: “Ostia aveva e ha tutt’oggi una delle associazioni balneari più aggressive di tutta Italia. Bisogna avere conoscenza dei fenomeni e non parlare a vanvera. Quello che si può fare è affidarla a persone che non hanno ancora avuto la possibilità di essere messi alla prova. L’alternativa qual è? Dare in mano alla destra che con Alemanno ha combinato disastri?”

(Visited 321 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago