Molti vegani australiani stanno ricorrendo alle vasectomie per “ridurre la popolazione umana”, in modo da favorire l’ambiente e l’ecosistema naturale.

L’Australia ha il secondo più alto tasso di vasectomie al mondo, e ora sembra che ci sia una tendenza crescente tra i vegani ad operarsi per “aiutare l’ambiente”. Il dottor Nick Demediuk, alias “Dr Snip”, esegue poco più di un decimo delle vasectomie registrate in Australia.

Ha detto che c’è stato un aumento di uomini di età compresa tra 18 e 28 anni, in particolare vegani, che optano per la vasectomia al fine di “ridurre la popolazione e il consumo”.

Siamo passati dall’avere due, tre, quattro figli al non avere figli o un figlio e fare una vasectomia, a causa degli impatti ambientali che sta causando la razza umana“, ha spiegato il dott. Demediuk.

“Alcune persone sono molto preoccupate per la sovrappopolazione.”

Quindi la soluzione che hanno trovato è quella di ridurre il numero di figli a massimo uno, e lo fanno volontariamente e senza obblighi come ai tempi della politica di un solo figlio in Cina“.


Alla domanda se ci fossero studi definitivi sul motivo per cui l’Australia ha un tasso così alto vasectomie, il dottor Demediuk ha detto che sebbene non sia stato condotto alcuno studio del genere, è probabile che sia correlato all’approccio australiano all’istruzione.

Scoprirete che man mano che le popolazioni diventano istruite, l’accettazione per la vasectomia diventa sempre più alta con il tempo“, ha aggiunto.

Lewis Hamilton, il campione vegano che si batte per l’ambiente

Il dott. Demediuk ha anche spiegato che diversi paesi hanno sentimenti molto diversi sulla vasectomia, che è un fattore influente quando si guardano i tassi di nascita in tutto il mondo.

Ci sono alcune barriere culturali differenti“, ha spiegato. “Per esempio in, in Europa, in Francia, Italia, Spagna, era illegale. Infatti, era illegale in Francia fare una vasectomia fino al 2001 circa perché veniva correlata alle mutilazioni genitali maschili.”

Ma col passare del tempo, anche questi paesi si stanno lentamente adottando“.

Secondo il Dottor Tanveer Ahmed, psicologo, la vasectomia sta diventando “una specie di atto politico, sia da parte di vegani che da parte di ambientalisti”. Un “segnale per mostrare al mondo cosa significa sacrificarsi per l’ambiente”.

 

Articolo precedenteAlto Adige, parchi giochi contaminati da pesticidi. Il nuovo studio
Articolo successivo“Science moms”, le mamme scienziate in prima linea per salvare il pianeta e i loro figli