AnimaliGood News

Australia, i militari si prendono cura dei koala feriti durante il periodo di riposo

Condividi

La 9° brigata dell’esercito australiano ha postato una serie di foto in cui i militari aiutano a curare i koala feriti; le immagini hanno fatto il giro dei social e i soldati sono stati elogiati per il loro aiuto.

Mentre le piogge continuare a estinguere gli incendi ancora diffusi in Australia, una brigata dell’esercito australiano ha fatto la sua parte per aiutare a recuperare la fauna, utilizzando i momenti di riposo per aiutare i koala feriti.

Australia, le forti piogge spengono i roghi ma l’emergenza rimane

La Nona brigata dell’esercito australiano ha recentemente postato una foto dei soldati del 16° Regiment Emergency Support Force mentre dissetavano i koala del Cleland Wildlife Park nelle Adelaide Hills. Secondo il post della brigata, i soldati hanno utilizzato il loro periodo di ripeso per prendersi cura dei koala e costruire delle strutture che permettano ai koala di arrampicarsi.

Australia, massacro di koala. Il governo: “Troveremo i responsabili”

La foto ha riscosso un grande successo sui social in poche settimane ed è stata condivisa più di 45,000 volte. I soldati non solo hanno offerto aiuto al centro per il recupero della fauna ma hanno aiutato anche a pulire i detriti degli incendi, ospitare le comunità e offrire supporto emotivo agli australiani.

Australia, gli accademici chiedono di ridurre le emissioni e riconoscere i cambiamenti climatici

Fortunatamente le piogge torrenziali negli stati del New South Wales e nel Territorio della capitale australiana hanno spento oltre 30 incendi nell’ultima settimana e la speranza è che possano continuare ad estinguere il resto dei roghi. Nonostante le piogge abbiano causato inondazioni in tutto lo stato, i pompieri del NSW Rural Fire Service si sono detti entusiasti per l’aiuto ricevuto.

(Visited 20 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago