AnimaliAttualità

Australia, un koala salvato dalle fiamme muore per non aver bevuto correttamente

Condividi

Un koala sopravvissuto alle fiamme è morto per aver bevuto acqua nel modo sbagliato. Le associazioni consigliano di far sempre bere i koala dalle ciotole.

Arnie, un koala che aveva riportato solamente ustioni minori alle zampe durante gli incendi è morto tragicamente a causa di un incidente. Il koala era tornato in forma dopo essere stato salvato dalle fiamme ad East Gippsland nella Victoria. Tuttavia, un semplice atto di gentilezza ha causato la morte di Arnie, dopo che la persona che lo ha salvato gli ha fornito un po’ d’acqua dalla sua bottiglia.

Animali, in una serie di scatti la lotta per salvare i koala dall’estinzione

Animalia Wildlife Shelter sta utilizzando i social media per avvertire le persone del corretto modo di fornire l’acqua agli animali. Nel post su Facebook si legge: “Stavano solamente cercando di dare una mano, non sapevano che fosse pericoloso far bere i koala in questo modo. Non erano a conoscenza del fatto che i koala prendano parte della loro acqua attraverso le foglie di gomma che mangiano e che non bevono spesso ma, quando lo fanno, lo fanno con la propria lingua”.

Incendi Australia, sono davvero 500 milioni gli animali morti tra le fiamme?

Il post serve a spiegare che quando i koala trattengono la testa all’indietro per bere molta acqua questa può finire nei polmoni e causare una polmonite che può essere fatale “Questo è esattamente cosa è successo al piccolo Arnie. Nonostante gli sforzi enormi per salvarlo, che hanno visto coinvolti tre servizi d’emergenza, il koala è morto, più specificatamente è affogato”.

Nel post si legge: “Se siete lontani dal punto di soccorso più vicino il miglior modo per far bere i koala è quello di utilizzare una ciotola con l’acqua oppure riempire qualunque cosa con l’acqua ma non forzateli mai a bere. Per favore fate attenzione che i koala sono animali arborei e notturni. Se ne doveste vedere uno sdraiato a terra durante il giorno contattate un’organizzazione per la salvaguardia degli animali”.

Incendi Australia, un gruppo di koala salvati e portati a casa da un pompiere

Michelle Thomas, proprietaria del rifugio, però ha specificato che non intende colpevolizzare nessuno che comunque abbia agito per cercare di aiutare il piccolo Arnie: “Non stiamo dicendo di non dargli da bere, stiamo dicendo di non versargliela direttamente in bocca ma metterla in una ciotola. E’ più sicuro per loro bere dalla ciotola”. Michelle sta cercando di avvertire più persone possibili riguardo al modo in cui far bere i koala prima di avvolgerli in una coperta e portati al rifugio più vicino.

La speranza è che la triste storia di Arnie possa servire a prevenire la morte di altri koala in futuro.

(Visited 65 times, 3 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago