Attualità

Australia, il governo stanzia due miliardi di dollari per la ricostruzione

Condividi

Il governo australiano ha stanziato due miliardi di dollari per ricostruire il paese. Lo ha annunciato il Primo Ministro Scott Morrison in una conferenza stampa.

Il Governo federale australiano ha svelato un piano da due miliardi di dollari per aiutare a ricostruire le comunità distrutte dagli incendi. Il Primo Ministro Scott Morrison ha spiegato che il fondo, intitolato National Bushfire Recovery Agency, fornirà supporto alle famiglie, ai contadini e agli imprenditori oltre ad aiuto psicologico per i pompieri del pronto intervento. Il fondo verrà stanziato completamente nei prossimi due anni e mezzo in questo modo: 500 milioni di dollari entro la fine dell’anno fiscale a giugno 2020, un miliardo per l’anno fiscale 2020-2021 ed altri 500 milioni per l’anno 2021-2022.

Australia, sale a 24 il bilancio dei morti per gli incendi

“Se saranno necessari ulteriori fondi, questi arriveranno” ha detto il Primo Ministro in una conferenza stampa a Canberra “ci stiamo focalizzando sui costi economici ed umani e ci stiamo assicurando di fare il tutto in più fretta possibile. Abbiamo preso la decisione di velocizzare lo stanziamento per fare in modo che questi soldi finiscano nelle mani delle persone il prima possibile”. Morrison ha spiegato che l’impatto della spesa sul bilancio dello Stato non verrà preso in considerazione durante lo stanziamento dei fondi: “Quello che ci ha spinto a prendere questa decisione è stata la volontà di fare il necessario per far si che l’Australia torni a camminare”.

 

Il ministro del tesoro Josh Frydenberg, anche lui presente nella conferenza, ha spiegato che è ancora presto per fare un bilancio degli effetti economici del disastro ma gli sforzi del governo saranno rivolti alla ricostruzione: “Abbiamo sempre detto che un avanzo nel bilancio non è una cosa negativa. Dobbiamo solamente dare i fondi alle persone che ne hanno bisogno ed è quello che stiamo facendo oggi. L’importante è che ci siano 2 miliardi disponibili, pronti per essere impiegati per aiutare a ricostruire queste comunità e farle diventare più forti per il futuro”.

Australia, sterminati 500 milioni tra animali e piante a causa degli incendi

Il Tesoro lo scorso mese ha stimato che l’avanzo di bilancio per il periodo 2019-2020 è di 5 miliardi, in contrasto con quanto detto ad aprile, dove furono stimati 7.1 miliardi. Martin North di Digital Finance Analytics ha spiegato che gli incendi minacciano l’avanzo di bilancio: “il governo scoprirà che è difficile mantenere in attivo il bilancio con tutto quello sta succedendo”. Un avanzo nel bilancio non si verifica dal 2007. Il governo labourista di Kevin Rudd promise un avanzo per il 2008, vanificato dalla crisi finanziaria.

L’annuncio di Morrison è giunto mentre il Primo Ministro sta cercando di salvare la propria immagine pubblica dopo essere stato a lungo criticato per il modo in cui il governo ha gestito la crisi. Sabato il Ministro ha rivelato che altri 3,000 membri dell’esercito verranno impiegati nella Victoria, nel New South Wales e nell’Australia Meridionale. Ma l’annuncio ha sorpreso le autorità a capo delle operazioni che hanno detto di non essere state informate dei fatti fin a quando non ne hanno sentito parlare ai telegiornali. Shane Fitzsimmons, Commissario del NSW Rural Fire Service ha detto di essere rimasto “deluso” di non essere stato informato del piano del governo in “uno dei giorni più bui della crisi”.

Australia, il pompiere che ha insultato il Primo Ministro non verrà cacciato VIDEO

“La decisione che abbiamo preso e reso esecutiva riguardava lo stato generale della crisi, non uno Stato in particolare o le agenzie territoriali coinvolte” si è difeso Morrison. I due miliardi di dollari stanziati si aggiungono ai dieci milioni stanziati in precedenza. Lo stanziamento è giunto mentre altre due persone risultano disperse nel NSW. I roghi hanno causato la morte di 24 persone e distrutto circa 2,000 edifici. 135 incendi sono ancora accesi di cui la metà non è sotto il controllo dei vigili del fuoco.

 

(Visited 33 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago