Animali

Australia, governo sotto accusa: non sta facendo abbastanza per proteggere i koala

Condividi

Il governo Australiano è sotto accusa per non avere vigilato sulla deforestazione di zone protette assegnate ai koala tra il 2012 e il 2017

I Koala sono stati elencati come specie vulnerabili nel 2012 e dei 160.000 ettari di habitat deforestati fino al 2017, il 90% non è stato controllato dal governo federale, che doveva vigilare sull’impatto che questo disboscamento avrebbe avuto sulla specie. Le nuove cifre sono rivelate in un’analisi dei registri di approvazione dello sviluppo del governo dalla Australian Conservation Foundation (ACF).

Australia, 5000 koala morti negli incendi: ora la specie è a rischio estinzione

I koala hanno rischiato l’estinzione dopo gli incendi boschivi dell’estate scorsa. Ma nonostante la specie sia stata elencata come minacciata, non vi è stata alcuna azione di contrasto adottata dal governo federale contro il disboscamento non approvato dell’habitat.

La legge sulla protezione dell’ambiente e la conservazione della biodiversità (EPBC) impone al governo federale di valutare gli sviluppi che potrebbero avere un impatto sulla salute delle specie minacciate, nonché sulle aree del patrimonio mondiale.

Il basso volume di approvazioni senza supervisione federale mostra che la pulizia dell’habitat è stata costantemente approvata dai governi statali e il dipartimento federale non ha investigato in modo proattivo le approvazioni rilasciate dalle loro controparti statali.

Australia, nato il primo koala dopo la fine della stagione degli incendi

L’analista della politica ACF James Trezise ha affermato che le normative statali e federali “non riescono sostanzialmente a proteggere le specie minacciate” nonostante “chiari obblighi sia per intervenire che per proteggere il koala e altri animali selvatici”.

È preoccupante, vista la precedente spinta dei governi federali sotto Tony Abbott a consegnare le proprie responsabilità verso gli stati e i territori, che possiamo vedere non stanno rispettando le loro responsabilità“, ha dichiarato Trezise.

Le nostre cifre mostrano che gli stati non sono riusciti a proteggere i koala, e nemmeno il governo federale è intervenuto per proteggerli“.

Australia, i koala rischiano di estinguersi entro i prossimi 30 anni

Nel NSW la distruzione dell’habitat del koala è aumentata di circa il 32% e nel Queensland di circa il 7%. Dal 2001, la popolazione di koala del Queensland è crollata di almeno il 50% e la popolazione del Nuovo Galles del Sud è diminuita tra il 33% e il 61%.

In Australia circa 8 milioni di ettari di habitat per tutte le specie minacciate sono stati ripuliti tra il 2000 e il 2017 e il 93% non è stato controllato, secondo uno studio condotto da importanti ecologi australiani l’anno scorso.

(Visited 43 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago