Attualità

Australia, la frequenza e l’estensione degli incendi è aumentata negli ultimi anni

Condividi

Secondo un nuovo studio la grandezza degli incendi nello stato della Victoria e la loro frequenza è aumentata negli ultimi 25 anni. Inoltre alcune aree sono state colpite più volte in un periodo di tempo così breve da non consentire agli ecosistemi di recuperare.

Un nuovo studio dei ricercatori della Australian National University ha mostrato per la prima volta la vera estensione delle aree della Victoria distrutte dagli incendi degli ultimi 25 anni. Il professor David Lindenmayer, coautore dello studio, sostiene che i risultati dimostrino come sia necessario un maggior impegno quando si tratta della gestione del territorio e degli incendi. La ricerca è stata pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences.

 

Marghera, vasto incendio in uno stabilimento: ritorna l’incubo del rischio chimico VIDEO

Lo studio ha identificato le aree della Victoria colpite dalle fiamme tra il 1995 e il 2020: “E’ la prima volta che siamo in grado di vedere l’estensione spaziale degli incendi di 25 anni fa. Quello che abbiamo scoperto è che lo Stato sta bruciando sempre di più. Prima del 2000 abbiamo avuto solamente un grande incendio in 150 anni di registrazioni. Dal 2000 in poi ne abbiamo avuti tre. Possiamo anche vedere la vasta e frequente combustione di aree precedentemente danneggiate dagli incendi, a volte con una differenza di soli cinque o sei anni. Questi risultati dimostrano quanto sia necessario un cambiamento nelle politiche con l’obiettivo di ridurre i mega incendi, proteggere le aree intatte e gestire gli ecosistemi ripetutamente danneggiati”. Llo scorso anno gli incendi nella Victoria hanno distrutto 1.5 milioni di ettari di foreste, circa il doppio dell’area metropolitana di Melbourne: “Si tratta dell’area più grande colpita nella Victoria dal 1939, quando 3.4 milioni di ettari andarono in fiamme. Degli 1.5 milioni di ettari distrutti, più di 600,000 sono stati colpiti due volte e più di 112,000 tre volte negli ultimi 25 anni”.

Incendi Australia, dal governo 150mln di dollari per recupero habitat e specie

Senza cambiamenti nelle politiche di gestione degli incendi e delle risorse, gli ecosistemi e lo stile di vita saranno a rischio: “Non possiamo più considerare gli incendi come eventi casuali. I dati dimostrano come questi stiano diventando sempre più frequenti, compromettendo l’abilità degli ecosistemi di recuperare. Queste scoperte sottolineano l’urgente bisogno di nuove politiche ed approcci alla gestione del territorio”. Incendi come quelli della scorsa stagione hanno anche un grande impatto sulla produzione del legname. Il 66% delle aree destinate al disboscamento nei prossimi cinque anni sono state distrutte dagli incendi: “La proposta di spostare la produzione di legname verso le foreste non colpite dagli incendi è inaccettabile. Queste aree ancora integre sono fondamentali per la protezione della biodiversità.”

Incendio doloso nel friulano: bruciate vive 2 milioni di api

Sebbene lo studio si concentri sulla Victoria, i ricercatori sostengono che possa essere applicato ad altre regioni dell’Australia.

(Visited 18 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago