AttualitàClima

Australia, finalmente tutti gli incendi sono sotto il controllo dei vigili del fuoco

Condividi

L’arrivo delle piogge ha permesso ai pompieri di estinguere la maggioranza degli incendi nel New South Wales. Ne restano solamente 24 accesi, tutti sotto il controllo dei vigili del fuoco.

Gli incendi nello stato del New South Wales in Australia sono finalmente contenuti per la prima volta da quasi sei mesi. Le forti piogge sono state fondamentali per i pompieri e hanno permesso alle dighe di raggiungere il livello più alto degli ultimi due anni. L’Australia ha combattuto con centinaia di incendi da inizio settembre, in un’insolita stagione degli incendi alimentata da tre anni di siccità dovuta ai cambiamenti climatici.

Australia, i militari si prendono cura dei koala feriti durante il periodo di riposo

Grazie alle tempeste che hanno colpito la costa orientale australiana, il New South Wales Rural Fire Service ha potuto finalmente dichiarare che sono rimasti accesi solamente 24 incendi in tutto lo Stato, tutti sotto il controllo dei vigili del fuoco. “Dopo aver visto una stagione degli incendi devastante per pompieri e residenti, tutti i roghi nel New South Wales sono contenuti. E’ una bellissima notizia” ha commentato Rob Rogers del Rural Fire Services.

 

Australia, le forti piogge spengono i roghi ma l’emergenza rimane

La situazione attuale è ben diversa dal picco della crisi a gennaio, quando solo nel NSW erano accesi oltre 150 incendi. Le fiamme in tutto il paese hanno distrutto oltre 12 milioni di ettari di bosco, causato la morte di 33 persone e di circa un miliardo di animali da inizio settembre. Gli incendi hanno distrutto migliaia di abitazioni e costretto all’evacuazione di massa turisti e residenti. Oltre ad aver aiutato i pompieri, le ultime piogge hanno aumentato il livello delle dighe in tutto il NSW, dove vivono più di 7 milioni di persone.

Incendi Australia, le fiamme non si fermano. Allarme a Canberra

Date le scarse piogge degli ultimi tre anni, alcune aree del NSW stavano per finire le proprie scorte d’acqua quando circa 400 millimetri di pioggia sono scesi su Sydney e sulle aree circostanti. La diga Warragamba, che fornisce l’80% dell’acqua di Sydney, è cresciuta più di un terzo nell’ultima settimana, raggiungendo il livello più alto dall’aprile 2018. Secondo il servizio meteorologico altri 50 mm di pioggia arriveranno nei prossimi cinque giorni.

(Visited 27 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago