Un monopattino elettrico simbolo dell’amore e il rispetto per l’ambiente urbano e incentivo per una mobilità più pulita e sostenibile. E’ il dono ricevuto oggi da Papa Francesco in Vaticano da parte di Assosharing, la prima associazione di categoria del comparto sharing mobility in Italia, in prima linea nella sfida per lo sviluppo sostenibile. 

Il monopattino, rigorosamente bianco, è stato consegnato oggi durante una visita informale da Matteo Tanzilli, Presidente dell’associazione Assosharing a Papa Francesco.

L’aria delle nostre città inquinata dai gas di scarico delle automobili private richiede una nuova mobilità attenta alla qualità della vita con l’obiettivo di lasciare un pianeta meno inquinato. Ripercorrendo l’insegnamento dell’Enciclica Laudato Sì, con cui il Santo Padre ha voluto indicare la via ai fedeli e al mondo intero in materia di sostenibilità e cura dell’ambiente, Assosharing ha voluto recapitare un piccolo omaggio al Papa, contribuendo a ridurre quello che il Santo Padre ha definito il debito ecologico verso i nostri figli”, ha commentato Matteo Tanzilli, Presidente di Assosharing.

Cop26, leader religiosi e scienziati insieme per il clima. Papa Francesco: “Serve un’inversione di rotta”

“La natura sulla terra è un dono meraviglioso del Signore ed è nostro dovere e privilegio custodirlo come nostro bene più prezioso. Questa esigenza è ormai sentita anche dalla comunità internazionale come si evince dalle indicazioni dell’Unione Europea e dagli obiettivi globali dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile delle Nazione Unite”, ha concluso Tanzilli.

Papa Francesco sceglie il green, Fisker realizzaerà la prima papamobile 100% elettrica

Articolo precedenteNorvegia, trivellazioni nell’Artico per il petrolio: i giovani attivisti portano il caso alla Corte europea per i diritti dell’uomo
Articolo successivo100 panchine per Roma: inaugurata a Villa Borghese il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto