“Incontro con l’Artista”, le video interviste realizzate dall’Associazione FDS, attiva sui temi della tutela delle famiglie e dei minori. Intervista alla pianista Cristiana Pegoraro realizzato dal presidente dell’associazione, l’avvocato Alfredo Cirillo e la dottoressa Gloria De Curtis. 

 

L’Associazione FDS, da sempre attiva sui temi della tutela delle famiglie e dei minori, ha sempre cercato, nel corso della propria vita associativa, di proporre e promuovere, contenuti giuridici non solo attraverso esperienze di taglio scientifico (quali convegni o pubblicazioni), ma anche tramite la promozione di iniziative nelle quali, attraverso l’uso di un linguaggio di facile comprensione anche ai non addetti ai lavori, potessero essere veicolati Valori rilevanti ed utili per la Famiglia e la Società.

Sulla base di queste finalità, nel pieno dell’emergenza da Coronavirus, è nata l’attività intitolata “Incontro con l’Artista”, articolata in una serie di video interviste mediante le quali, grazie all’uso delle moderne tecnologie di comunicazione a distanza, sia agevole avvicinarsi all’Arte e fruire della sua Bellezza, al fine di riempire di contenuto il tempo di permanenza forzata a casa.

Nel primo di questi incontri, l’Avv. Alfredo Cirillo, Presidente dell’Associazione FDS, e la Dott.ssa Gloria De Curtis, delegata alle public relations della medesima, hanno intervistato Cristiana Pegoraro, pianista e compositrice di fama internazionale che, oltre ad aver interpretato, in chiave musicale e letteraria, due delle quattro stagioni di Vivaldi e ad essersi esibita in alcuni suoi suggestivi brani, si è resa testimone dell’importanza dello studio e del perfezionamento tecnico anche per chi voglia intraprendere una carriera artistica.

Sono questi i contenuti che l’Associazione FDS mira a promuovere, credendo fortemente nell’importanza della diffusione della Cultura e di esempi positivi.

Articolo precedenteCoronavirus, spiagge affollate in California nonostante l’ordine di stare a casa
Articolo successivoInquinamento, Svezia e Austria chiudono le ultime centrali a carbone