AttualitàCultura

Arte, a Villa Giulia la mostra Bastabuste: le opere di Oreste Baldini contro lo spreco

Condividi

Il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ospita dal 16 ottobre la mostra Bastabuste, dell’artista Oreste Baldini. Una collezione di opere di denuncia contro l’inquinamento e lo spreco.


Dal 16 ottobre al 16 gennaio il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia ospita BASTABUSTE, la mostra personale dell’artista Oreste Baldini.

La collezione comprende una serie di sedici pitture a tecnica mista, otto sculture in bronzo, quattro lische/totem, un maestoso mosaico in pietre, marmi e oro. Il tema dominante è la denuncia all’inquinamento ambientale, la protesta e il monito terribile che l’artista lancia al visitatore, nell’allerta urlata dal pianeta intero che rischia di soccombere, soffocare come i pesci incagliati nelle buste variopinte o d’oro zecchino che riempiono i mari nelle opere dell’artista.

Rifiuti, installazione plastic free alla mostra Scala Bovolo di Venezia

Il vernissage avrà inizio alle ore 17.30 con conferenza stampa e seguirà, dopo le 18.30, col ciclo di performance teatrale e la visita del percorso espositivo. BASTABUSTE espone nelle sale interne e nell’emiciclo esterno del Museo Etrusco, sotto l’egida del Direttore Valentino Nizzo; la curatela della mostra e del catalogo spetta alla Responsabile Ufficio Mostre, Maria Paola Guidobaldi, con i testi critici di Nizzo, Guidobaldi e Giannaccaro.

Rifiuti, in Indonesia nasce un museo fatto tutto con plastica raccolta dal mare

(Visited 49 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago