CulturaRoma

Arte Roma e dintorni, il Contemporary Cluster ospita i 6 artisti più rappresentativi del movimento urbano romano

Condividi

Fino al 30 Marzo 2021 la galleria d’arte Contemporary Cluster presenta il progetto espositivo 06, a cura di Giacomo Guidi. In mostra i sei artisti più rappresentativi dell’urban art capitolina: Diamond, Omino71, Mr. Klevra, Lucamaleonte, Solo e Gemello.


Il Contemporary Cluster, la galleria d’arte moderna, sita in Via dei Barbieri 7a, Palazzo Cavallerini, Roma,  dedicata alla fusione tra diverse discipline artistiche (architettura, design, musica, moda e jewelry design), supera i canoni dell’estetica tradizionale ed ospita gli artisti urban più poliedrici che animano il dinamico scenario della scuola romana attuale.

Il progetto espositivo 06, a cura di Giacomo Guidi, nasce dal desiderio di elogiare Roma e le sue manifestazioni artistiche, giocando simbolicamente con la semantica dei numeri, lo zero e il sei, che richiamano non solo il prefisso telefonico della Capitale ma anche il numero dei sei artisti in mostra

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Contemporary Cluster (@contemporary_cluster)

Si tratta degli artisti più rappresentativi dell’urban art capitolina: Diamond, omino71, Mr. Klevra, Lucamaleonte, Solo e Gemello, hanno contribuito alla definizione di un nuovo concetto di arte urbana nel contesto romano dei nostri giorni e ora si riuniscono a Palazzo Cavallerini in un racconto eclettico, intimo ma diretto ed emotivo.

Le loro diverse esperienze di vita emergono dalle opere esposte a cura di Giacomo Guidi e raccontano dettagliatamente Roma allo spettatore attraverso un dialogo costante che richiede il coinvolgimento del pubblico. Dalla periferia al centro, i miti urbani e l’iconografia della Città eterna si spostano per l’occasione nella fucina creativa del Contemporary Cluster, dando vita ad un’identità visiva riconoscibile ed originale. Ma c’è di più.

Arte Roma e dintorni, la Quadriennale d’arte 2020 FUORI prorogata fino ad aprile

Giacomo Guidi mira a stravolgere il concetto tradizionale di galleria affiancando allo spazio espositivo due nuove partnership che valorizzano l’eccellenza del caffè e dell’editoria indipendente. Infatti, dal 24 febbraio, Faro – Caffè Specialty, una delle migliori caffetterie di qualità di Roma, inserisce il suo primo pop-up coffee proprio a Palazzo Cavallerini. Nello stesso ambiente, sarà possibile visitare anche la sezione di riviste e libri di editori indipendenti curata da Edicola 518, realtà perugina affermatasi come migliore punto di riferimento italiano del settore. La vocazione sperimentale ed eclettica del nuovo assetto della mostra darà luogo ad uno spazio di socialità conviviale e fruibile da tutti.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Contemporary Cluster (@contemporary_cluster)

Roma e dintorni, luoghi da visitare: quartiere Coppedè, il cuore medievale della capitale

06 sarà anche teatro del sesto appuntamento della rassegna HOUSE DSTRCT. L’evento comprende una serie di esibizioni online, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. I live degli artisti coinvolti, accompagnati da musica e dj set, si svolgeranno in location italiane suggestive ed uniche e saranno visibili in streaming sul canale tv Magma. La collettiva 06 si augura che questo possa essere un modo per dare voce al mondo dell’arte e della musica, particolarmente toccato dall’emergenza sanitaria in corso, e per permettere alla comunità e al pubblico di passare una serata di svago seppur da remoto.

(Visited 98 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago