Cultura

APPUNTAMENTO CON L’ARTE, GRAVITY E ARTISTI ALL’OPERA. TUTTE LE MOSTRE DA NON PERDERE A ROMA

Condividi

Arte a Roma. A più di cento anni dalla pubblicazione da parte di Einstein dell’articolo che fonda la cosmologia moderna rivoluzionando la concezione dello spazio e del tempo il MAXXI dedica l’esposizione Gravity. Immaginare l’Universo dopo Einstein allo scienziato più famoso di tutti i tempi, Albert Einstein.

La mostra è nata dalla collaborazione tra il museo, l’artista argentino Tomás Saraceno, l’Agenzia Spaziale Italiana e l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e ripercorre gli sviluppi che portarono alla formulazione della teoria della relatività ma anche le conseguenze di quest’ultima in campo artistico come fonte di ispirazione.

L’esposizione raccoglie installazioni artistiche e scientifiche e coinvolge numerosi artisti internazionali per un omaggio, più che meritato, al grande scienziato.

http://www.maxxi.art/events/gravity-luniverso-dopo-einstein/

Sempre al MAXXI fino al 20 maggio sarà possibile visitare l’esposizione Home Beirut Sounding the Neighbors, nuovo capitolo del progetto Internactional across the Mediterranean che, dopo l’Iran (2014-2015) e Istanbul (2015-2016) si concentra su Beirut e sulla sua scena artistica; la capitale libanese, centro di una cultura inter-mediterranea in forte crescita, è raccontata attraverso più di cento opere nate dall’inventiva e dalle capacità di trentasei artisti tra artisti, architetti, registi, musicisti, ballerini, ricercatori, attivisti.

La mostra si divide in più sezioni che ripercorrono gli sforzi fatti per costruire nuove abitazioni all’interno di un contesto urbano complesso, tra rivendicazioni intellettuali e ispirazioni artistiche.

http://www.maxxi.art/events/home-beirut-sounding-the-neighbors/

Infine, dall’11 novembre all’11 marzo il Museo di Roma, all’interno del Nuovo Spazio Espositivo al I piano ospita Artisti all’Opera, la mostra che celebra il rapporto tra il Teatro dell’Opera e i più grandi artisti del Novecento; personaggi come Pablo Picasso, Renato Guttuso, Giorgio De Chirico ma anche Afro, Alberto Burri, Giacomo Manzù, Mario Ceroli, Arnaldo Pomodoro e William Kentridge.

Grazie alle collezioni dell’Archivio del Teatro dell’Opera sono esposte scene, costumi, bozzetti e tanto altro in un percorso che ricostruisce la storia e che permette al visitatore di entrare dietro le quinte del palcoscenico ed avere un punto di vista del tutto inedito.

http://www.museodiroma.it/it/mostre_ed_eventi/mostre/artisti_all_opera

Ricordiamo inoltre che questa settimana sono ancora attive a Roma le mostre Monet presso il Complesso del Vittoriano, Arcimboldo a Palazzo Barberini e ancora Enjoy al Chiostro del Bramante.

(Visited 94 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago