Cultura

APPUNTAMENTO CON L’ARTE. MOSTRE DA NON PERDERE A ROMA

Condividi

Arte, Roma. Il natale è alle porte, anche quest’anno le Sale del Bramante ospitano, dal 23 dicembre, l’esposizione dei 100 Presepi per la 42° edizione dell’evento che dal 1976 festeggia la tradizione tutta italiana del presepe.

Contrariamente a quanto lascia intendere il nome, ispirato al numero di presepi esposti alla prima edizione, saranno esposti circa duecento presepi di cui oltre cinquanta provenienti da tutto il mondo. Ed è proprio fuori dall’Italia che si vuole far conoscere l’arte del presepe grazie al gran numero di turisti stranieri che ogni anno partecipa all’esposizione.

Una vasta gamma di materiali, dal legno al cioccolato, e di tecniche artigianali rispecchia le tradizioni delle regioni e dei territori di provenienza di ogni pezzo esposto.

http://www.presepi.it/index.php?lang=it

Restando in tema di tradizioni italiane il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari ospita Visioni del sud. Giuseppe Palumbo il fotografo in bicicletta. La mostra raccoglie 1740 lastre fotografiche, provenienti dall’archivio fotografico Giuseppe Palumbo, realizzate tra il 1907 e il 1959 che ritraggono uno dei luoghi più belli della penisola, il Salento.

Questa mostra-laboratorio, curata da Paolo Pisanelli e Francesco Maggiore, arriva a Roma dopo il grande successo di Otranto, è promossa dall’Istituto di Culture Mediterranee (ICM), da Cinema del Reale, OfficineVisioni e Big Sur e racconta le condizioni e la vita del sud Italia visto dagli occhi del fotografo e intellettuale Giuseppe Palumbo.

http://visionidelsud.it/

Il 12 dicembre, all’interno della sala XVII della Pinacoteca Vaticana, è stata inaugurata la mostra Francesco Borromini. I disegni della Biblioteca Apostolica Vaticana a cura di Alessandra Rodolfo.

La mostra si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per il 350° anniversario della morte dell’artista promosse dai Musei Vaticani, dall’Accademia di San Luca e dalla Facoltà di Architettura della sapienza Università di Roma con la partecipazione dell’Istituto Svizzero di Roma e del MAXXI, con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

La mostra raccoglie un prezioso nucleo di disegni presi in prestito dalla Biblioteca Apostolica Vaticana e si concentra sull’attività artistica di Borromini svolta durante il pontificato di papa Innocenzo X Pamphilj (1644-1655).

L’esposizione vuole inoltre sottolineare la vitalità artistica e la versatilità del grande maestro del Seicento romano.

www.museivaticani.va

Ricordiamo che questa settimana a Roma sono ancora attive le mostre Pablo Picasso. Tra Cubismo e Neoclassicismo: 1915-1925 presso le Scuderie del Quirinale, la mostra Monet al complesso del Vittoriani e la mostra Bernini alla Galleria Borghese, Hokusai. Sulle orme del maestro al Museo dell’Ara Pacis, Arcimboldo presso Palazzo Barberini e Real Body al Guido Reni District.

https://www.teleambiente.it/arte-roma-bernini/

https://www.teleambiente.it/monet-vittoriano-giardini-luce/

https://www.teleambiente.it/picasso-francia-italia-genio-del-cubismo-alle-scuderie-del-quirinale/

https://www.teleambiente.it/arte-roma-real-bodies-hokusai/

(Visited 253 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago