Roma

ART NIGHT – URBAN EXPO CON I PIU’ TALENTUOSI ARTISTI ROMANI. APPUNTAMENTO MERCOLEDI 18 LUGLIO

Condividi

Art NightUna “temporary exhibition” dedicata a uno dei più influenti e attuali fenomeni artistici e socio-culturali degli ultimi trent’anni: l’ARTE URBANA e le sue declinazioni, dal Writing ai Graffiti per arrivare a delle vere e proprie creazioni artistiche e pittoriche.  Mercoledì 18 luglio MISTO, Via Fezzan 21, Roma.

ART NIGHT nasce dall’incontro tra Edoardo Rossi e Mark Curcuruto – proprietari dell’urban-bar “Misto”, nato anche come spazio espositivo – e Laura Lincesso, appassionata estimatrice di arte contemporanea. L’obiettivo della mostra è quello di rendere fruibile l’arte e soprattutto i messaggi che essa stessa veicola nei momenti quotidiani di svago e tempo libero delle persone; all’interno di spazi che generalmente non hanno un’impronta artistica e riflessiva, come può essere un cocktail bar.

Mercoledì 18 luglio MISTO ospiterà i più talentuosi artisti romani del panorama nazionale e internazionale:

Beetroot

Nato a Roma nel 1974. Inizia il suo percorso nella Street Art nel 2009. Lavora da subito al personale progetto chiamato Picture Crossing, unico nel suo genere: lascia le proprie opere su tela ed altri supporti per strada al loro destino. Chiunque è libero di appropriarsene liberamente per poi a loro volta decidere le sorti dell’opera, partecipando così al concetto di libera circolazione dell’arte. La sua sperimentazione di materiali continua e raggiunge lo strano connubio tra stucco ed acrilici Spray per poi essere modellati con il trapano per ottenere un risultato materico e poliedrico. Espone a Roma presso la galleria Mondo Bizzarro, il MAAM, Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz, il centro culturale Piastoletto di Biella, la Graffik gallery di Londra ma soprattutto sui muri di Roma, d’Europa e non solo.

«Chi fa arte urbana è consapevole che il primo che passa può distruggere la sua opera. È la regola numero uno: la street art è effimera. E ti dico un’altra cosa: la street art si tocca. Tutti a chiedere: “Ma posso?” Devi, devi toccarla! Non stai mica al Louvre! Con la street art puoi fare una cosa che non ti è consentita in nessun altro caso con delle opere. E così ti rendi meglio conto della materia e magari ricevi una sensazione completamente diversa».

 Maupal

MAURO PALLOTTA in arte MAUPAL nasce il 20 maggio 1972 a Roma. Frequenta prima il Liceo Artistico A. Caravillani poi l’Accademia delle Belle Arti di Roma, rivelando subito una mano felicissima nel disegno.

Oltre a essere un rinomato Street Artist, Mauro Pallotta ha, negli ultimi venti anni, raffinato una tecnica e uno stile molto personali, utilizzando lo spray acrilico (come si usa nei murales) sulla lana d’acciaio con estrema precisione e maestria. I lavori di Pallotta hanno sempre forti riferimenti socio-politici. Il suo murale SuperPope è diventato internazionalmente riconosciuto a gennaio 2014, quando è apparso sulla facciata di un palazzo vicino a Piazza San Pietro a Roma. Mauro Pallotta è stato ricevuto personalmente da Papa Francesco, al quale ha regalato una piccola riproduzione dell’opera. Tra le altre opere di street art, si ricordano la Yogaqueen, in occasione del referendum scozzese, a Londra, L’occhio è l’unico che può accorgersi della bellezza, in omaggio a Pasolini, ed Alternativa Europea, un salvadanaio rotto le cui crepe delineano il profilo dell’Unione Europea, a Bruxelles. Mauro Pallotta partecipa ad eventi di arte contemporanea e di street art in ed esibisce in gallerie e istituzioni pubbliche di tutto il mondo. Attualmente vive tra Roma e Londra.

«Ho scelto la street art perché è in grado di far leggere il linguaggio artistico ad un maggior numero di persone. Cerco sempre di dire quello che penso, provando a sintetizzare l’argomento in questione e aggiungendo sempre un pizzico di ironia e leggerezza. La curiosità e la leggerezza sono alla base di tutto, ma non solo. La mia tecnica artistica si basa su tre elementi fondamentali: le mie sensazioni personali, le conoscenze tecniche e l’attualità.»

 

Moby Dick

Marco Tarascio in arte ”MOBY DICK” è uno degli artisti e street artist di riferimento del Pop Surrealismo di matrice made in Italy. MOBY DICK prende parte all’evento collaterale della 53esima Biennale di Venezia. Espone a New York, presso il Jarvitz Center di Manhattan, nell’ambito del “Remade in Italy” e, poco dopo, ripete l’esperienza a Tokyo, all’interno del Westing Hotel e a Osaka. Viene convocato dall’Italians Contemporary per partecipare ad una mostra itinerante tra il Giappone e gli Usa, nell’ambito del progetto “Italian Feelings”, patrocinato dal MACIA.

Dal 2014 realizza murales in Italia, tra i quali al Museo MAAM (Museo dell’Altro e Dell’Altrove), al Trullo zona romana, collaborando con Dyamond e Solo, a Santa Maria della Pietà e a Cipro “Casadella Salute”. Ha di recente, creato dei murales sul tema ambientale in difesa degli animali in collaborazione con Sea Sheapherd Italia. In Italia ha collaborato con la Dorothy Circus Gallery, la galleria d’arte di riferimento per il Pop Surrealismo in Europa, partecipando alle mostre nazionali come “Lacrima Aquarium” presso la Casa dell’Architettura di Roma e internazionali più prestigiose, esponendo con artisti quali Natalie Shau, Scott Musgrove, Esao Andrews, Nicoletta Ceccoli, Naoto Hattori, Ron English e tanti altri.

Negli ultimi anni è stato l’assistente dei più grandi street artist del panorama mondiale, come Eduardo Kobra e Roa. La sua arte è onirica, il contatto con la natura è forte e la sensibilità che ne scaturisce profonda e smisurata. Convinto animalista e difensore dell’ambiente, trasmette il suo pensiero attraverso la realizzazione delle sue opere. Utilizza immagini di animali, in particolare le balene e i cetacei, inseriti in contesti quasi fiabeschi.

 

Mauro Sgarbi

Nasce in Malaysia nel 1972 e si trasferisce in Italia all’età di 10 anni. Si forma artisticamente studiando alla Scuola Romana dei Fumetti, alla Van Arts di Vancouver, alla RUFA e presso la “bottega” di un pittore romano. Ha esposto quadri in personali e collettive e realizza opere di Urban Art in giro per Roma e il Lazio. Nel rione Esquilino ha realizzato “La Divina Accoglienza”, presso La Casa dei Diritti Sociali in via Giolitti e “Diversità elemento di vita” presso il Nuovo Mercato Esquilino.“

 

Tutte le opere in esposizione sono state scelte dagli autori stessi senza dare dei limiti o dei vincoli tematici alla loro espressione.

info

www.maurosgarbi.com

www.beetrootart.it

www.mobydickart.com

www.mauropallotta.com

 

Opening: 18 luglio  dalle 19 all’1:00

Orario ordinario mostra: 19 luglio – 5 agosto dalle ore 18 alle ore 24

EVENTO FB: http://bit.ly/misto-artnight

 

 

(Visited 213 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago