AnimaliAttualità

Aquila reale morta per avvelenamento. Ecco cosa ha ingerito

Condividi

Animali. E’ morta per avvelenamento da piombo un’aquila reale, nel Parco di Yellowstone. Avrebbe ingerito frammenti di proiettile. Era stata dotata di un dispositivo GPS, nell’ambito di un progetto di studio della USGS. 

Avvelenamento da piombo. Così è morta la prima aquila reale del Parco Nazionale di Yellowstone ad essere equipaggiata di un dispositivo GPS  per la geo-localizzazione. Secondo gli esperti è verosimile che, cibandosi di una carcassa di un animale colpito dai cacciatori, abbia potuto ingerire dei frammenti di proiettile.

Cinghiali, la caccia si farà con arco e frecce

Copenaghen, il parco urbano che affronta i cambiamenti climatici

Si trattava di un esemplare femmina, dell’età di 5 anni, che era stata ritrovata morta nel settore nord del Parco, dopo essersi allontanata per 64 chilometri dal suo habitat, finendo in una zona in cui è praticata la caccia agli alci e ai cervi. Il ritrovamento era avvenuto lo scorso dicembre, ma solo adesso è stata possibile accertare le cause che hanno determinato il decesso.

Il monitoraggio delle aquile rientra nell’ambito di un progetto scientifico guidato da Todd Katzner, della United States Geological Survey dello Idaho. La USGS è un’agenzia scientifica governativa che si occupa dello studio del territorio, delle risorse e delle minacce che li interessano. Lo Idaho è uno degli Stati – inseme al Wyoming e al Montana – sul cui territorio si estende il Parco di Yellowstone.

Balene, misterioso “Blob” oceanico causa la diminuzione delle nascite

California, primo Stato Usa a vendere nei negozi solo animali dei centri di soccorso

Alla “AbcNews” Katzner ha spiegato che il monitoraggio, per quattro mesi, ha fornito informazioni preziose sugli spostamenti delle aquile reali e sulle minacce che affrontano. E’ stato possibile dunque comprendere che l’avvelenamento da piombo è una minaccia significativa per questi volatili, in modo particolare durante i periodi freddi di autunno e inverno. Mentre infatti durante la stagione calda esse usano cacciare prede vive, durante la stagione fredda usano nutrirsi di carogne. Ed è possibile che cibandosi di animali colpiti dai cacciatori, ingeriscano frammenti di piombo. Quest’aquila reale, infatti, era morta durante il periodo freddo.

(Visited 1.045 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago