AttualitàClima

Antartide, lo studio: “La perdita di ghiaccio continuerà senza sosta per un lungo periodo”

Condividi

Un nuovo studio internazionale condotto dagli scienziati del clima della Monash University ha rivelato che la perdita di ghiaccio in Antartide continuerà ancora per molto tempo. 

Il nostro studio implica che la perdita di ghiaccio che si sta verificando in Antartide oggi probabilmente continuerà per molto tempo senza sosta, anche se il cambiamento climatico sarà tenuto sotto controllo“, hanno detto gli autori dello studio principale, il Dr. Richard Jones e il Dr. Ross Whitmore, della Monash University School. di Terra, Atmosfera e Ambiente.

Lo studio, pubblicato su Geology, delinea una cronologia cosmogenica di esposizione alla superficie del ghiacciaio Mawson, adiacente a una regione del Mare di Ross, che ha subìto un ritiro dinamico della calotta glaciale marina in seguito all’ultimo massimo glaciale. I dati registrano almeno 220 metri di diradamento improvviso del ghiaccio tra 7.500 e 4.500 anni fa, seguito da un diradamento più graduale fino all’ultimo millennio.

Antartide, undici nuove colonie di pinguini scoperte grazie ai satelliti

Lo studio presenta nuovi risultati dell’assottigliamento della calotta glaciale nel Mare di Ross sudoccidentale: un’improvvisa perdita di ghiaccio di diverse centinaia di metri si è verificata a una velocità e durata simili su più ghiacciai di sbocco nel Medio Olocene, nonostante la complessa topografia del letto. Entrambi i ghiacciai di sbocco dimostrano che una brusca deglaciazione si è verificata in un’ampia regione nel Medio Olocene.

Se confrontati con i cambiamenti regionali del livello del mare e della temperatura dell’oceano, i dati dello studio indicano che il riscaldamento degli oceani molto probabilmente ha causato il ritiro della linea di terra e l’abbassamento del ghiaccio, che poi si è accelerato a causa dell’instabilità della calotta glaciale marina.

Antartide, tracce di microplastiche in un animale che vive in un isola remota del continente

Abbiamo dimostrato che una parte della calotta glaciale antartica ha subito una rapida perdita di ghiaccio nel recente passato geologico“, ha detto il professor Andrew Mackintosh, che dirige la Scuola di Terra, Atmosfera e Ambiente di Monash.

Questa perdita di ghiaccio si è verificata a una velocità simile a quella osservata oggi in parti in rapido cambiamento dell’Antartide, ed è stata causata dagli stessi processi che si ritiene causino l’attuale e probabile futura perdita di massa di ghiaccio antartico: il riscaldamento degli oceani, amplificato dai feedback interni. – continua il professore – La ritirata è continuata per molti secoli dopo essere cominciata, il che implica che la perdita di ghiaccio in atto in Antartide oggi probabilmente continuerà senza sosta per un lungo periodo“.

(Visited 29 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago