Animali

Animali, strage negli Stati Uniti: cacciatori uccidono 216 lupi in due giorni

Condividi

Nel Wisconsin i cacciatori hanno ucciso più di 200 lupi in meno di 60 ore, causando rabbia e sgomento tra le associazioni animaliste

Cacciatori e trapper in Wisconsin hanno ucciso 216 lupi grigi la scorsa settimana durante la stagione di caccia al lupo – oltre l’82% in più rispetto alla quota dichiarata dalle autorità, suscitando rabbia e indignazione tra gli animalisti e gli ambientalisti, secondo i rapporti.

Le uccisioni sono avvenute tutte in meno di 60 ore, superando rapidamente il limite dichiarato in tutto lo stato del Wisconsin di 119 animali.

Di conseguenza, il dipartimento delle risorse naturali del Wisconsin ha concluso la stagione, che doveva durare una settimana, quattro giorni prima.

 

I funzionari del dipartimento delle risorse naturali hanno anche venduto 1.547 permessi in questa stagione,  una decina in meno rispetto al numero target stabilito dalla quota. Ciò equivale al doppio dei permessi rispetto al normale e ha segnato il rapporto più alto di qualsiasi stagione fino ad ora.

Le autorità statali avevano un obiettivo di abbattimento totale di 200 lupi, nel tentativo di stabilizzare la loro popolazione. Poiché le tribù dei nativi americani rivendicavano una quota di 81 lupi, questo ne lasciava 119 per i cacciatori e cacciatori con licenza statale. Poiché le tribù considerano sacri i lupi, in genere usano la loro assegnazione per proteggerli, non per ucciderli.

USA, l’amministrazione Trump vuole rimuovere la protezione agli orsi e ai lupi nelle riserve

Avremmo potuto [chiudere la stagione] prima? Sì.” queste le parole di Eric Lobner, direttore della fauna selvatica del DNR

Purtroppo è successo. Era qualcosa che volevamo che accadesse? Assolutamente no.”

L’overkilling (ovvero l’eccesso di uccisioni rispetto al limite obbligatorio), che non ha mai superato i 10 lupi nelle stagioni precedenti, ha suscitato critiche.

Megan Nicholson, che dirige la sede del Wisconsin della Humane Society degli Stati Uniti, ha commentato in una dichiarazione: “Questa è una settimana profondamente triste e vergognosa per il Wisconsin“.

 


Ha aggiunto: “La caccia di questa settimana dimostra che ora, più che mai, i lupi grigi hanno bisogno del ripristino delle protezioni federali per proteggerli da una gestione statale miope e letale“, ha detto anche Nicholson.

Questa caccia arriva sulla scia della politica federale e del contenzioso locale, che ha privato i lupi grigi della protezione.

Stati Uniti, via libera di Trump all’uso di dolci per stanare e uccidere i cuccioli di orso

Un gruppo di avvocati amanti difesa della caccia con sede in Kansas ha intentato una causa contro il dipartimento delle risorse naturali del Wisconsin a gennaio per la sua decisione di non fornire una stagione di caccia o cattura del lupo grigio questo inverno. Secondo quanto riferito, questa azione legale ha “costretto” il dipartimento a tenere una stagione prima della fine di febbraio.

La stagione è stata anche la prima a svolgersi a febbraio, periodo riproduttivo del lupo grigio. Gli ambientalisti sono preoccupati che l’uccisione di lupi gravide possa avere un impatto ancora maggiore sulla loro popolazione, possibilmente sconvolgendo i branchi.

 

(Visited 72 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago