Animali

Animali, pubblicato un filmato per osservare per l’ultima volta la tigre della Tasmania

Condividi

La tigre della Tasmania è considerata estinta dal 1982 ma un breve filmato del 1935, restaurato e pubblicato di recente, ha permesso di osservare nuovamente la specie per un’ultima volta.

La tigre della Tasmania, o tilacino, è una specie considerata estinta da anni, ma grazie ad un nuovo filmato di 21 secondi registrato nel 1935 come parte del documentario Tasmania the Wonderland, ma digitalizzato e pubblicizzato dalla National Film and Sound Archive of Australia (NFSA) solamente questo mese, gli scienziati hanno potuto osservare questa specie un’ultima volta.

Namibia, dieci elefanti abbattuti per proteggere gli agricoltori e i loro raccolti

La carenza di immagini riguardo la tigre della Tasmania rende ogni filmato prezioso” ha spiegato Simon Smith, curatore di NFSA “siamo veramente eccitati che queste nuove immagini siano visibili a tutte online”. Migliaia di anni fa, il tilacino vagava liberamente tra la Nuova Guinea e l’Australia, ma la specie è scomparsa a causa delle battute di caccia e della competizione col dingo. Ad inizio Novecento la tigre era presente solamente in Tasmania ma la presenza dei coloni europei, delle loro armi e delle loro malattie, ha spinto la specie verso l’estinzione. Benjamin, una delle ultime tigre rimaste in circolazione all’epoca, venne trasferito al Beaumaris Zoo nel 1931. Nick Mooney, esperto della specie, ha descritto la vita della tigre allo zoo come “miserabile”: “In libertà quest’animale era solito muoversi in un raggio di 50 km2. Avrebbe avuto anche altre specie con cui socializzare. Questi fattori rendono interessante la vita per gli animali”.

Sudafrica, un team di cani addestrati cattura i bracconieri e protegge le specie a rischio

Il 7 settembre 1936 Benjamin morì durante una notte gelida per colpa di uno dei guardiani che si scordò di mettere la tigre al sicuro dentro il rifugio. Dopo la morte di Benjamin i ricercatori hanno cercato altre tigri ma senza successo. A seguito di una serie di spedizioni fallimentari, l’IUCN ha dichiarato la specie estinta nel 1982; questa decisione è stata rivista dal governo australiano, che considera la tigre estinte dal 1936, a seguito della morte di Benjamin. In molti sostengono di aver avvistato la tigre al punto da chiedersi se la specie sia ancora in circolazione: “Probabilmente no. Se anche ci fossero, spererei di non avvistarle mai perché siamo ancora più avidi di quanto non lo fossimo in passato”. Mooney ha spiegato di essersi sentito “triste ed in imbarazzo” vedendo l’ultimo video della tigre ma allo stesso tempo grazie ad esso ha potuto analizzare ulteriormente i movimenti dell’animale: “Il video fornisce alcune informazioni sui movimenti, che possono esserci di aiuto per interpretare gli avvistamenti e i video delle persone che sostengono di aver visto la tigre”.

Regno Unito, nati dopo secoli i primi pulcini di cicogna bianca selvatica

Dalla morte di Benjamin molte altre specie si sono estinte in Australia mentre altre, come il possum di Leadbeater e il pappagallo panciarancio rischiano l’estinzione.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago