AnimaliGood News

Animali, la popolazione di tartarughe verdi risulta il doppio di quanto stimato

Condividi

Grazie all’utilizzo dei droni gli scienziati hanno scoperto che la popolazione di tartarughe verdi risulta essere quasi il doppio di quanto stimato. Si tratta di un’importante scoperta, considerando che la specie è a rischio estinzione.


La popolazione di tartarughe verdi sembra essere quasi il doppio più grande di quanto stimato in precedenza dagli scienziati, che hanno utilizzato dei droni per contare gli animali.

Brasile, quattro tartarughe marine avvistate nella baia dell’aeroporto di Rio

Gli scienziati australiani hanno calcolato che ci sono circa 64,000 tartarughe pronte a deporre le uova sulla Raine Island, una baia al confine esterne della Grande Barriera Corallina. Si tratta di un’importante scoperta considerando il numero in calo di tartarughe verdi, una specie a rischio protetta in molti paesi.

Giornata Mondiale delle Tartarughe, specie minacciata dalle attività umane

Abbiamo messo a confronto il numero totale ottenuto grazie ai droni e quello ottenuto con gli avvistamenti, e abbiamo scoperto di aver sottostimato il numero in passato di almeno 1.73 volte” ha spiegato Richard Fitzpatrick di Biopixel Oceans Foundation.

Cambogia, nate 23 tartarughe appartenenti ad una rara specie a rischio

Fino ad ora è stato difficile calcolare il numero esatto di tartarughe. In passato i ricercatori avevano lievemente dipinto i gusci delle tartarughe con una vernice non tossica per cercare di contarle; questo metodo si è rivelato inadeguato a causa della mancanza di visibilità.

(Visited 62 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago