Animali

Animali, migliaia di fenicotteri dipingono di rosa le acque di una Mumbai in quarantena VIDEO

Condividi

Circa 150,000 fenicotteri hanno dipinto di rosa le acque di Mumbai, con i residenti che hanno potuto solamente ammirare lo spettacolo dai balconi per via della quarantena.


Ora che gli umani sono costretti a stare chiusi in casa, gli animali hanno iniziato a riprendersi il proprio spazio nel mondo. Questo include le tartarughe in Florida, i leoni in Sudafrica e ora i fenicotteri a Mumbai. I fenicotteri sembrano essere giunti a Mumbai da molto tempo, ma i residenti li hanno notati solo ora che lo spazio a disposizione di questi uccelli è aumentato eccezionalmente.

Equilibrio uomo-natura, ecco da dove ripartire. La foto simbolo

Il nuovo report della Bombay Natural History Society’s (BNHS) stima che la popolazione di fenicotteri sia maggiore del 25% rispetto a quella dello scorso anno. Secondo BNHS circa 150,000 fenicotteri hanno attraverso una grande distanza per raggiungere Mumbai: “Il grande numero di fenicotteri nella regione è la conseguenza dell’allevamento che abbiamo documentato due anni fa” ha spiegato Deepak Apte, direttore di BNHS “In aggiunta, la quarantena sta dando a questi uccelli lo spazio per riprodursi e la quiete necessaria per cercare cibo”.

Animali, mante e delfini ora nuotano indisturbati nelle acque degli Emirati Arabi

Secondo Rahul Khot, i fenicotteri potrebbero restare nell’area più a lungo del solito a causa delle forti piogge e delle acque reflue domestiche, che hanno reso il cibo più abbondante per questi uccelli. “Sebbene ci sia un calo dei rifiuti industriali durante la quarantena, l’influsso delle acque reflue domestiche sta aiutando la formazione di plankton, alghe e microbi, che compongo il cibo di cui questi uccelli si nutrono”. I residenti non possono uscire a vedere gli uccelli di persona ma si stanno comunque godendo lo spettacolo dai balconi, scattando le foto di questo “mare rosa” sia di giorno che di notte.

Thailandia, le foto dei cuccioli di tigre sono un segnale di speranza per la specie

I residenti passano le giornate e le notti a riprendere questi uccelli. La quarantena invoglierà le persone a concentrarsi su quello che le circonda, che spesso hanno dato per scontato, e spero che questo sito venga dichiarato prima o poi una riserva per i fenicotteri”.

(Visited 177 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago