AnimaliAttualità

Via libera alla cura di animali domestici anche con farmaci ad uso umano

Condividi

Via libera alle cure di animali domestici anche con farmaci ad uso umano. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato il decreto che prevede l’Uso in deroga di medicinali per uso umano per animali non destinati alla produzione di alimenti.

Le famiglie italiane potranno così risparmiare fino al 90% per alcune patologie di animali.

Il decreto prevede che il veterinario possa prescrivere medicinali per uso umano “a condizione che tale medicinale contenga il medesimo principio attivo del medicinale veterinario”.

“Si tratta di un provvedimento di equità atteso da anni da milioni di cittadini – ha detto il Ministro della Saluteuna scelta che consentirà di garantire con più facilità le cure agli animali da compagnia e un risparmio importante per tante famiglie italiane e per le strutture che si occupano di cani e gatti”.

Madrid, sospesa l’attività del laboratorio dopo aver verificato i segni di abuso sugli animali

Dal 2006 infatti, associazioni animaliste, parlamentari e consiglieri regionali e comunali di ogni colore politico si sono battuti per raggiungere questo obbiettivo, denunciando prezzi troppo elevati dei farmaci veterinari che spesso sono la causa dell’abbandono degli animali.

“Prendersi cura sempre meglio della salute degli animali da compagnia, non è solo un gesto d’affetto e di riconoscenza – ha concluso Speranza – significa garantire una importante funzione relazionale e sociale che gli animali svolgono verso gli umani e tutelare la salute seguendo l’ottica One Health, un approccio che tiene insieme il nostro benessere, quello degli animali e quello dell’ambiente”.

Animali, le aquile americane stanno morendo a causa del veleno per topi

Una bella notizia e un passo concreto per venire incontro alle difficoltà di milioni di famiglie che hanno animali d’affezione e sono oggi messe ancor più a dura prova dalla crisi economica conseguente alla pandemia” – ha commentato Antonino Morabito, responsabile Fauna e Benessere animale di Legambiente.

 “Con la firma di questo provvedimento – prosegue Morabito – il ministro Speranza ‘rompe’ un muro
ideologico dando piena cittadinanza ai criteri del ‘costo delle cure’ e del ‘medesimo principio attivo’, spezzando il meccanismo perverso per cui i farmaci ad uso veterinario con il medesimo principio attivo costavano ai cittadini molto di piùdel farmaco ad uso umano. Prendersi costantemente cura della salute delle decine di milioni di animali che vivono nelle case degli italiani è prendersi cura della salute fisica e affettiva degli italiani stessi”. 

(Visited 35 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago