Animali, l’estinzione degli elefanti potrebbe accelerare l’emergenza climatica

La sparizione degli elefanti dalla terra aumenterebbe del 7% le emissioni di carbonio, viceversa la loro sopravvivenza consentirebbe al pianeta di smaltire molta più CO2.

La ricerca, pubblicata su Nature Geoscience, spiega che la presenza degli animali porta a una maggiore presenza di grandi alberi che catturano meglio la CO2, mentre senza gli elefanti prospererebbero tipi di alberi più piccoli, quindi con meno capacità di assorbimento.

L’estinzione degli elefanti della foresta porterebbe a un crollo del 7% di quella che viene chiamata “biomassa di superficie” – il peso complessivo degli alberi, compresi rami e fogliame – nelle foreste pluviali dell’ ovest e del centro Africa.

Allarme Elefanti, a rischio estinzione. Solo 400.000 esemplari in Africa

A causa di ciò verrebbero introdotte nell’atmosfera altri tre miliardi di tonnellate di emissioni nocive, secondo Fabio Barzaghi, il capo di questa ricerca.

I grandi erbivori sono vitali per lo spargimento dei semi degli alberi, ma fino ad adesso non era stato possibile rilevare come gli elefanti influenzano la crescita delle foreste pluviali.

Ma lo studio spiega che nel loro vagare tra il Congo e le altre nazioni del centro Africa, gli elefanti eliminano le piante più piccole, che consente agli alberi più grandi e resistenti di proliferare.

Allarme Elefanti, a rischio estinzione. Solo 400.000 esemplari in Africa

Usando modelli simulati al computer, gli scienziati del Laboratorio del Clima e dell’Ambiente francese sono riusciti a quantificare l’effettiva influenza degli elefanti sulla biomassa degli alberi: basta un animale ogni chilometro quadrato per aumentare la biomassa di 60 tonnellate per ettaro.

Fabio Berzaghi e il suo team hanno scoperto che, quando gli elefanti assottigliano le foreste, mangiando tutte le piante più piccole – fino a 30 centimetri di larghezza – c’è meno competizione tra gli alberi rimasti per l’acqua, la luce e lo spazio, che consente a alberi più grandi – e con maggiore biomassa – di emergere e proliferare, aumentando quindi la quantità di CO2 assorbita.

Emergenza climatica, piantare alberi potrebbe salvare il pianeta

L’area totale di fogliame coperta da questi grandi alberi è più grande del 70% rispetto alle zone senza elefanti; da questi dati lo studio ha dedotto che gli elefanti hanno un’importanza fondamentale nel modellamento delle foreste africane.

“Pensiamo che la presenza degli elefanti della foresta può aver modificato la struttura delle foreste pluviali africane, e potrebbe essere questo il motivo per cui quest’ultime sono così diverse dalle foreste pluviali amazzoniche”, spiegano i ricercatori.

“Il valore dell’aiuto all’ecosistema fornito dagli elefanti della foresta e dagli altri grandi erbivori dovrebbe essere rivalutato, tenendo in considerazione anche l’impatto positivo che hanno sulle foreste e quindi sulla riduzione della CO2 nell’atmosfera”, conclude la ricerca.

 

(Visited 52 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!