Attualità

Animali, si è estinto il pesce spada cinese. Specie simili a rischio

Condividi

Animali. Dopo 200 milioni di anni, il pesce spada cinese si è estinto.

L’annuncio arriva da uno studio pubblicato sulla rivista Science of the Total Environment.

Questa specie, che può arrivare a superare i 7 metri di lunghezza, è sopravvissuta a cambiamenti e sconvolgimenti inimmaginabili, come l’estinzione di massa che ha ucciso i dinosauri.

“È una perdita riprovevole e irreparabile” – afferma il principale autore dell’articolo Qiwei Wei dell’Accademia cinese delle scienze della pesca, che studia l’animale da decenni.

Scuola, bambini almeno un’ora al giorno a contatto con la natura

In pochissimo tempo, questo esemplare ha visto cambiare radicalmente il suo habitat naturale.

Il pesce spada cinese ha da sempre popolato il fiume Yangtze dove si nutriva di crostacei e pesci usando il suo muso simile ad una spada per percepire l’attività elettrica e rintracciare le prede.

Oggi, l’ecosistema cinese non è più fatto solo di piante, fiori e panda giganti, la Cina è diventata il paese più popoloso del pianeta.

Le cause della sua estinzione sono da ricercare principalmente nella pesca eccessiva e nella costruzione di dighe.

Incendi Australia, sono davvero 500 milioni gli animali morti tra le fiamme?

“È molto triste – aggiunge Zeb Hogan, biologo ittico dell’Università del Nevada, Reno ed esploratore del National Geographic (non direttamente coinvolto nello studio) – è la perdita definitiva di un animale davvero unico e straordinario, senza alcuna speranza di guarigione”.

Per Hogan, l’estinzione del pesce spada dovrebbe servire da campanello d’allarme per proteggere altre specie di acqua dolce.

I grandi pesci, in cui è specializzato, sono particolarmente a rischio.

Natura, un uomo ha passato l’anno mangiando solo il cibo da lui coltivato

“Questo è il primo di questi grandi pesci d’acqua dolce a scomparire e molti sono a rischio – sostiene Hogan – la preoccupazione è che altri si estingueranno, ma la speranza e’ che possiamo invertire il loro declino prima che sia troppo tardi”.

Questa specie è gradualmente diminuita nel corso dell’ultimo secolo a causa della pesca eccessiva.

Negli anni ’70 venivano raccolte in media 25 tonnellate di pesce spada ogni anno.

Secondo i ricercatori la specie si è estinta tra il 2005 e il 2010, ma un intervento antecedente al nuovo millennio ne avrebbe, forse, evitato la perdita.

(Visited 41 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago