Animali

Animali, anche in Cambogia arriva il divieto al consumo di carne di cane

Condividi

La provincia di Siem Reap è il primo luogo in cui viene emesso il divieto in Cambogia al consumo di carne di cane. Ogni anno tre milioni di cani vengono macellati per la loro carne.

Il divieto al consumo di carne di cane arriva prima in tre città della Cina, poi in India in uno stato del nordest, e adesso nella provincia cambogiana Siem Reap.  Sede delle antiche rovine di Angkor Wat e popolare tra i turisti, la provincia ha vietato il commercio e la macellazione dei cani per la carne. 

Animali, stop al consumo di carne di cane anche in India. Hsi: “Un altro importante punto di svolta”

La provincia di Siem Reap è il primo luogo in cui viene messo un tale divieto in Cambogia. Visitata da oltre 2 milioni di turisti ogni anno, è stata identificata come un punto di accesso del traffico di cani destinanti al consumo di carne.

Tea Kimsoth, direttore del dipartimento provinciale per l’agricoltura, la silvicoltura e la pesca, ha affermato che la richiesta è stata avanzata dagli stranieri, in particolare dai sudcoreani, che sono tra i visitatori più frequenti.

La carne di cane è diventata molto più popolare dopo l’arrivo degli stranieri, in particolare tra i coreani del Sud“, ha detto a Reuters Tea Kimsoth, descrivendo il commercio come “allarmante“.

Animali, salvati 10 cuccioli destinati alla vendita in un mercato alle porte di Yulin

Chiunque verrà sorpreso a vendere carne di cane, oltre a firmare un accordo per non farlo di nuovo, verrà multato per reato ripetuto. Il divieto dice che i cani non dovrebbero essere macellati perché sono animali domestici leali in grado di proteggere case e fattorie e di assistere i militari.

Nonostante numerose campagne contro, il consumo e il commercio di carne di cane ha ancora luogo in alcune parti del Laos, del Vietnam, della Cambogia e della Thailandia, anche se i cani sono amati come animali domestici. 

Tra i maggiori consumatori di cani c’è il Vietnam dove alcuni credono che mangiare carne di cane porti fortuna. Si spera che Siem Reap possa essere un modello da seguire per il resto del paese. 

Festival di Yulin, un aereo per portare in salvo 99 Golden Retriever

(Visited 60 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago