Scienza e Tecnologia

Animali, cervo trovato morto con 7 kg di plastica nello stomaco

Condividi

Un cervo è stato trovato con 7 kg di plastica nello stomaco, l’ultimo animale morto a causa dell’inquinamento in Thailandia, al centro delle polemiche da anni per la forte presenza di rifiuti nelle acque e nelle foreste del paese.

Un cervo selvatico è stato trovato morto dopo aver ingerito 7kg di buste di plastica e altri rifiuti in Thailandia.Le autorità sono preoccupate per il livello di inquinamento delle acque e delle foreste del paese, che da anni causa la morte di animali.

Animali, capodoglio ritrovato con di plastica nello stomaco

La Thailandia è uno dei maggiori consumatori di plastica, con un utilizzo pro-capite di circa 3,000 buste di plastica l’anno, provenienti dall’impacchettamento del cibo, dei bicchierini per il caffè o degli imballaggi della spesa.

Gli animali marini come le tartarughe o i dugonghi spesso ingeriscono plastica e altri rifiuti e le autopsie rilevano che le tracce di plastica nello stomaco sono la causa principale della morte.

 

Ora la plastica sta iniziando a colpire anche gli animali che non vivono in acqua.

Come riferito dalle autorità un cervo di dieci anni è stato trovato morto nel parco nazionale nella provincia di Nan, 630 km a nord della capitale Bangkok.

 

L’autopsia ha rilevato “buste di plastica nello stomaco, di cui una è la causa della morte” ha raccontatoKriangsak Thanompun, direttore del KhunSathan National Park. Le buste contenevano fondi di caffè, confezioni di noodles, sacchetti della spazzatura, asciugamani e perfino biancheria, secondo le foto fornite dal parco.

Plastica, al via il progetto per ripulire i fiumi di Bali VIDEO

La morte del cervo giunge qualche mese dopo la storia di un cucciolo di dugongo chiamato Mariam, che aveva conquistato i cuori in Thailandia mentre combatteva la sua battaglia per sopravvivere, solo per poi morire in un’infezione causata da un pezzo di plastica nello stomaco.

 


La morte di Mariam ad agosto ha scatenato polemiche sui social, rimettendo al centro del dibattito in Thailandia l’urgente bisogno di combattere lo spreco della plastica.

“La morte del cervo è un’altra tragedia. Mostra come dobbiamo agire seriamente e ridurre la plastica monouso” ha spiegato Kriangsak, chiedendo che vengano utilizzati prodotti che fanno più bene alla natura.

Plastica, via le buste e tutto ciò che a che fare col monouso dai supermercati Carrefour

Alcuni maggiori distributori tra cui7-Eleven, il più presente sul territorio, hanno promesso di ridurre l’utilizzo delle buste di plastico monouso da gennaio del prossimo anno.

 

(Visited 9 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago