Attualità

Animali, attenzione agli alligatori “drogati” VIDEO

Condividi

Un’operazione antidroga nella contea di Loretto, Tennessee ha costretto la polizia a fare un annuncio molto particolare circa i pericoli dello scaricare la droga nei water per far sparire le prove.

Una pratica tipica degli spacciatori è quella di far sparire il più velocemente possibile la droga in caso di retata, in modo tale da ridurre la pena, e il modo più veloce è quello di infilare tutto nella tazza del water e tirare la catena. Questo però ha portato a conseguenze del tutto inaspettate.

Mare, l’imballaggio della birra che non inquina ma nutre gli animali

L’avvertimento della polizia del Tennessee è arrivato dopo un arresto per droga a Loretto, durante lo scorso weekend. La polizia ha fermato il sospetto Andy Perry mentre tentava di scaricare metanfetamine e altre droghe pesanti. Perry è stato arrestato e la droga sequestrata.

Inquinamento, fiumi invasi dagli antibiotici: 300 volte oltre i livelli di sicurezza

Con un post su Facebook la polizia ha diramato questo avvertimento:

“Gente, per favore non scaricate nel water le vostre droghe. Quando mandate qualcosa nelle fogne, queste finiscono prima negli scarichi e poi nei nostri fiumi. Adesso la maggior parte dei rifiuti viene filtrata prima di finire negli stagni e nei fiumi, ma la droga no. Oche, anatre e altri animali frequentano quegli stagni e bevono quell’acqua, e abbiamo seriamente paura di vedere uno stormo di anatre sotto droghe volare sopra di noi.In più crediamo di avere già abbastanza problemi senza doverci preoccupare di alligatori giganti strafatti di metanfetamina. Quindi, se proprio dovete buttare le vostre droghe, fateci un fischio e ci penseremo noi”.

Nonostante il tono scherzoso dell’articolo la preoccupazione della polizia di contea non è del tutto fondata. Il rischio che il continuo afflusso di droga inquini le acque stagnanti dove si abbeverano gli animali è alto e, anche se  non risultano ancora casi di alligatori “drogati”, ci sono stati casi di piccoli animali come scoiattoli e roditori selvatici in cui sono state trovate tracce di droga.

Animali, 600 arresti per traffico di specie protette VIDEO

(Visited 138 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago