Un intervento di emergenza ha salvato il pesce palla Goldie, la cui dentatura stava crescendo in maniera esagerata: adesso è il pesce palla più sorridente dell’acquario.

Un pesce palla è stato recentemente portato d’urgenza da un dentista per animali per farsi segare i denti a metà, dopo che erano cresciuti così a lungo da renderlo incapace di mangiare.

Animali, spettacolare avvistamento di una rara specie di polpo nella Grande Barriera Corallina

Il suo preoccupato proprietario Mark Byatt ha portato il pesce di cinque anni dai veterinari che l’hanno sedata riempiendo la sua ciotola d’acqua con una leggera soluzione anestetica.

 


Esperti dentisti di animali presso il Sandhole Veterinary Center a Snodland, nel Kent inglese, hanno quindi utilizzato una sega speciale per tagliare delicatamente a metà i suoi denti lunghi tre centimetri per permetterle di mangiare.

Animali, la scienza spiega il mistero dell’amore dei gatti per le scatole

Il veterinario Daniel Calvo Carrasco ha spiegato: “I denti dei pesce palla sono conosciuti come becchi e crescono continuamente per tutta la vita.”

“Di solito sono tenuti corti in modo naturale, poiché sono consumati dalla loro dieta regolare di cibi dal guscio duro ma, sebbene questi alimenti siano forniti nel suo ambiente domestico, non è propenso a mangiarli come gli altri suoi compagni di vasca.”

 


L’infermiera veterinaria Debbie Addison ha tenuto Goldie in un asciugamano umido per evitare che si seccasse o attivasse un meccanismo di difesa che può vedere i pesci palla gonfiarsi fino al doppio delle loro dimensioni.

Animali, i criceti reggono l’alcol meglio degli umani

Il veterinario ha spiegato che “è stato durante quei brevi periodi fuori dall’acqua anestetica che sono stato in grado di usare una fresa dentale per tagliare il suo becco superiore e ridurne della metà la lunghezza.”

 


“Una volta completata la procedura, Goldie è stata collocata in un secondo grande
contenitore con l’acqua della sua vasca di casa per riprendersi dall’anestetico.”

“Ha risposto bene. In cinque minuti, è stata in grado di rimanere in acqua e in dieci minuti è tornata a nuotare felicemente in giro.”

Adesso Goldie è tornata a casa, sperando di non dover ricorrere ad un altro intervento dentale.

Articolo precedenteQuale presidente e quale identikit. Di Fabrizio Pezzani
Articolo successivoRoma, Mario Draghi in versione Trono di Spade: la nuova provocazione di Tvboy