Lumache giganti invadono la città: tutti gli abitanti in quarantena

In Florida, negli Stati Uniti d’America, la presenza di lumache giganti ha messo in quarantena un’intera cittadina. Ecco perché. 

Una quarantena di due anni per gli abitanti di Port Richey, in Florida, negli Stati Uniti d’America, a causa della presenza di lumache giganti pericolose per la salute dell’uomo. A deciderlo è stato il Dipartimento dell’Agricoltura e dei Servizi ai Consumatori della Florida (FDACS). L’isolamento forzato non impone ai cittadini di restare chiusi in casa, bensì di non spostare piante, terra e vasi fuori dall’area delimitata.

Le lumache giganti, originarie dell’Africa e simili a un topo di campagna, possono trasmettere un parassita letale capace di colpire i polmoni umani. L’animale può causare perfino la meningite.

Ed ecco perché le autorità della Florida sono impegnate a salvaguardare la salute pubblica e l’ambiente a ogni costo. Le lumache giganti stanno distruggendo già campagne, giardini e orti.

Ma non solo.

Le “chiocciole” si nutrono perfino di oggetti di plastica e costruzioni di cemento.

In Florida la presenza delle prime creature infestanti risale agli Anni Sessanta. Solo nelle ultime settimane, le lumache giganti sembrano essere diventate incontrollabili, anche perché si riproducono con facilità.

Oltre alla quarantena per gli strumenti da giardino, il Dipartimento dell’Agricoltura e dei Servizi ai Consumatori della Florida (FDACS) sta utilizzando un pesticida letale contro i nuovi invasori americani.

Articolo precedenteMarmolada, ancora 5 i dispersi. Un giovane trentino rintracciato: era in ospedale, ferito e senza documenti
Articolo successivoAddio alle bottiglie di plastica, arriva il bonus per il filtro al rubinetto