ClimaEventi

Giornata Mondiale dell’Ambiente, il ripristino degli ecosistemi per difendere la nostra Terra

Condividi

La Terra ha bisogno di aiuto. L’emergenza climatica, la perdita della natura e l’inquinamento mortale minacciano di distruggere la nostra casa. #GenerationRestoration è il tema della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021.

Oggi 5 giugno 2021 si celebra la Giornata Mondiale dell’Ambiente, e ogni anno, dal 1974, ricorre un appuntamento che impegna i governi, le imprese e i cittadini alla tutela del Pianeta.

Il tema della Giornata di quest’anno sarà il “Ripristino degli Ecosistemi”, con l’obiettivo di prevenire, fermare e invertire i danni inflitti agli ecosistemi del pianeta, cercando dunque di passare dallo sfruttamento della natura alla sua guarigione. La Giornata dell’Ambiente lancerà ufficialmente il Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino dell’Ecosistema, introdotto con la missione globale di far rivivere miliardi di ettari, dalle foreste ai terreni agricoli, dalla cima delle montagne alle profondità del mare.

 

In vista di questa importante Giornata, il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) ha lanciato la Guida pratica della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021, nota anche con il nome di The Ecosystem Restoration Playbook, consiste in 21 pagine e si rivolge a tutti coloro interessati al ripristino degli ecosistemi, offrendo spunti di riflessione, percorsi e consigli per agire subito a favore del pianeta.

In particolare, l’Ecosystem Restoration Playbook fornisce un’introduzione dettagliata alla vasta gamma di azioni che possono esser messe in atto fin da subito per rallentare e fermare il degrado degli ecosistemi e favorire il loro pieno recupero.

Festa della Repubblica, Mattarella ai giovani: “Impegnatevi in nuove sfide come quella per l’ambiente”

La Terra ha bisogno di aiuto. L’emergenza climatica, la perdita della natura e l’inquinamento mortale minacciano di distruggere la nostra casa e di eliminare molti dei milioni di specie che condividono con noi questo bellissimo pianeta. – si legge nel playbook – Ma questo degrado non è inevitabile. Questo è il momento perfetto per unirsi alla #GenerationRestoration e alimentare il cambiamento per il meglio!

A partire dalla Giornata Mondiale dell’Ambiente del 2021, individui, gruppi, governi, aziende e organizzazioni di ogni tipo possono unire le forze in un movimento globale per prevenire, fermare e invertire il degrado degli ecosistemi e assicurare un futuro sostenibile per tutti. Ma in realtà, siamo in uno sprint. Entro il 2030, dobbiamo quasi dimezzare le emissioni di gas serra per evitare un cambiamento climatico devastante.

Sono necessari enormi progressi per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, dall’eliminazione della povertà e dalla lotta alle malattie alla salvaguardia della biodiversità. Dobbiamo piegare la curva della perdita di biodiversità – una tendenza spaventosa che potrebbe portare all’estinzione di 1 milione di specie. Ripristinarli è una sfida enorme. Ma sempre più persone si rendono conto che dobbiamo cambiare i nostri modi e muoverci con urgenza per proteggere e ricostruire la natura per il bene delle generazioni future e per amore del mondo in cui viviamo.

TeleAmbiente, eco-warriors in azione! Informazione, consapevolezza e sostenibilità

Se sei pronto a unirti alla #GenerationRestoration, questa guida ti mostrerà come. Vi aiuterà a identificare le opportunità di ripristino sul terreno nella vostra zona e a trovare partner e sostegno. Ti mostrerà anche come alleviare la pressione sugli ecosistemi cambiando ciò che fai e ciò che compri, e incoraggiando tutti a prendere sul serio la sostenibilità. Scopri di più sul Decennio ONU su decadeonrestoration.org e sui social media sotto #GenerationRestoration. Questo movimento è iniziato!

SCARICA LA GUIDA 

La Giornata Mondiale dell’Ambiente potrebbe segnare l’inizio del vostro ambizioso progetto di ripristino pluriennale, il giorno in cui cacciate dalla vostra vita i prodotti insostenibili, o il momento in cui voi e gli altri cominciate a parlare per l’ambiente. Per esempio, potete agire:

  • Annunciando un ambizioso progetto di ripristino o un’iniziativa politica, sia a livello locale, regionale o nazionale – dire al mondo quale ruolo giocherete in una spinta decennale
  • Volontariato per uno sforzo di ripristino esistente
  • Pulire un lago, una spiaggia, un parco o un’altra area naturale
  • Inverdire la tua casa, il tuo lavoro, la tua scuola o uno spazio pubblico con alberi o piante indigene

Puoi fare scelte intelligenti:

  • Impegnarsi in una donazione o altro sostegno per iniziative di ripristino o conservazione
  • Fermare gli acquisti di prodotti e servizi che non sono certificati come sostenibili
  • Iniziare una nuova dieta o una politica di ristorazione basata sulla stagionalità, la sostenibilità e prodotti ricchi di piante

SCARICA LA GUIDA 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da TeleAmbiente (@teleambiente)

(Visited 38 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago