ClimaPolitica

Ambiente, cresce la tensione tra Cina e Stati Uniti

Condividi

Dopo una serie di incontri giudicati infruttuosi Stati Uniti e Cina hanno deciso che promuoveranno un gruppo di lavoro congiunto  per cercare di superare le divergenze sulla questione cambiamenti climatici.

La Cina e gli Stati Uniti istituiranno un gruppo di lavoro congiunto sul cambiamento climatico, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua, una conclusione potenzialmente positiva di quello che è stato definito un meeting “molto difficoltoso”.

I migliori diplomatici cinesi e statunitensi, nella loro prima riunione della presidenza di Joe Biden,  hanno criticato l’uno a l’altro le diverse politiche ambientali, all’inizio di quelli che Washington ha definito colloqui “duri e diretti” in Alaska.

Ma la delegazione cinese ha detto che dopo l’incontro le due parti erano “impegnate a migliorare la comunicazione e la cooperazione nel campo del cambiamento climatico”.

Clima, 12 Stati fanno causa a Biden per decreto. Anche Greta contro il presidente: “Non fa abbastanza”

Si sono tenuti anche colloqui per facilitare le attività dei diplomatici e delle missioni consolari, “nonché su questioni relative ai giornalisti dei media in uno spirito di reciprocità e mutuo vantaggio“, afferma il rapporto.

L’ambasciata degli Stati Uniti a Pechino non ha risposto su questo commento.

L’anno scorso, quando le tensioni tra Pechino e Washington erano peggiorate drammaticamente, i due paesi hanno espulso giornalisti e gli Stati Uniti hanno chiuso il consolato cinese a Houston, spingendo la Cina a chiudere il consolato statunitense a Chengdu.

I colloqui ad Anchorage, guidati dal Segretario di Stato Antony Blinken e dal massimo diplomatico cinese, Yang Jiechi, hanno avuto un inizio infuocato, in diretta tv.

Ma la delegazione cinese ha detto che “entrambe le parti condividono la speranza di continuare questo tipo di comunicazione strategica di alto livello”, ha riferito Xinhua.

Le due parti hanno anche convenuto che manterranno il dialogo e la comunicazione, condurranno una cooperazione reciprocamente vantaggiosa, eviteranno incomprensioni e valutazioni errate, nonché conflitti e confronti, in modo da promuovere uno sviluppo solido e costante delle relazioni tra Cina e Stati Uniti.

Animali, polemiche in Cina per l’”Hotel degli orsi polari”

La Cina e gli Stati Uniti hanno anche discusso su come adeguare le politiche di viaggio e visti in base alla situazione della pandemia di coronavirus, “e promuovere gradualmente la normalizzazione degli scambi di personale tra Cina e Stati Uniti“, afferma il rapporto.

Dopo gli incontri, Yang ha detto alla televisione cinese CGTN che le discussioni erano state costruttive e benefiche, “ma ovviamente ci sono ancora differenze”.

(Visited 35 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago