La startup Air Company ha trovato un modo originale di utilizzare la CO2 contenuta nell’atmosfera, ovvero trasformarla in vodka purissima.

Il potenziale per attingere alle emissioni di CO2 dell’umanità come fonte economica e gratuita di carbonio e ossigeno è in mostra con Air Company, una startup che produce vodka premium dal carbonio atmosferico depositato.

Air Company converte la CO2 in etanolo nello stesso modo in cui le piante usano la fotosintesi. L’etanolo, originariamente destinato ad altri scopi, era di una purezza così elevata che decisero di produrre invece alcolici di alta qualità.

Una vodka “atomica”. Nasce il primo liquore fatto col grano di Chernobyl

La loro vodka su misura, venduta a $ 75 a bottiglia nei bar di lusso di New York prima che la pandemia chiudesse tutti i locali, è ora tornata dopo aver vinto un World Changing Idea Award da Fast Company, che ha parlato con i fondatori della loro invenzione.

 


Stiamo facendo questo non solo per contribuire a combattere il cambiamento climatico, ma per cercare di aiutare le altre persone a farlo nelle decisioni quotidiane che prendono“, ha detto il CTO Stafford Sheehan. “E questo è uno dei motivi per cui ci rivolgiamo ai beni di consumo.”

La loro tecnologia di produzione di etanolo è ora rivolta al settore delle fragranze e dei profumi, un altro bene di consumo che necessita di etanolo di elevata purezza.

 


L’anidride carbonica subisce un brutto colpo per l’effetto serra che provoca nell’atmosfera, ma i suoi elementi costitutivi sono tra gli elementi costitutivi più fondamentali della natura.

Inquinamento atmosferico, vivere in zone altamente inquinate può portare alla cecità permanente

Se raccolte, le emissioni antropiche possono essere utilizzate con la tecnologia moderna per creare praticamente qualsiasi cosa.  Air Company tech, grazie a una partnership con la NASA, cattura CO2, la converte in etanolo e quindi in glucosio, una molecola di zucchero di base che può essere utilizzata per produrre cibo a bordo delle navi spaziali, compresa la carne coltivata in laboratorio.

Questi sono i sogni da pietra dell’alchimista, la trasmutazione di un tipo di materia in un tipo completamente diverso, solo che invece dell’oro, è alcol o carne di laboratorio.

Articolo precedenteTutela dei territori, delle comunità e valorizzazione del turismo sostenibile per la rinascita dell’Appennino Centrale
Articolo successivoInquinamento, le finte “vacanze sostenibili” di Airbnb