Clima

Amazzonia, tra incendi e cambiamenti climatici: come la foresta sia ormai in un circolo vizioso

Condividi

Gli incendi della foresta Amazzonica distruggono gli alberi causando l’aumento di CO2 nell’atmosfera che che spinge il riscaldamento del pineta. Il riscaldamento porta ad altri incendi e il circolo vizioso si chiude.

L’Amazzonia subisce incendi stagionali ogni anno. Oltre il 90% degli incendi è distribuito attraverso il confine meridionale del bacino amazzonico dove la vegetazione dominata dalle savane è infiammabile nella stagione secca. Negli ultimi decenni, tuttavia, sono stati segnalati molti più incendi. Gli incendi in Amazzonia del 2019 sono saliti a un livello record.

Amazzonia, l’ultimo tentativo per fermare la deforestazione: portare Bolsonaro in tribunale

Un nuovo studio, pubblicato su Global Change Biology, ha mostrato come l’espansione del fuoco sia attribuita al cambiamento del regime climatico e alla perdita di foreste. Lo studio è stato condotto da scienziati dell’Istituto di fisica atmosferica (IAP) dell’Accademia cinese delle scienze.

Non sono mai stato nella Foresta Amazzonica ma ho scattato una foto dal mio posto vicino al finestrino quando ero su un aereo che sorvolava l’Amazzonia nella stagione del fuoco del 2018. Mi ha fatto male pensare che un verde così intenso potesse bruciare così, “ha affermato il prof. Gensuo Jia dell’IAP, uno degli autori dello studio.

I cambiamenti climatici globali e la deforestazione locale sono stati accusati come i principali motori dell’intensificazione del fuoco. “Tuttavia, i meccanismi e gli effetti interattivi sono in gran parte ignorati e non compresi”, ha detto Jia.

Amazzonia, arrestate 30 persone coinvolte in attività criminali all’interno della foresta

Secondo questo studio, gli incendi in Amazzonia si stanno espandendo dalle savane infiammabili alle umide foreste tropicali e la stagione degli incendi è partita molto prima rispetto a due decenni fa.

“L’espansione del fuoco è il risultato di eventi climatici più estremi che hanno reso la foresta più vulnerabile. La perdita di foresta intensiva che ha riscaldato e asciugato l’atmosfera inferiore ha quindi aumentato la suscettibilità al fuoco“, ha detto Xiyan Xu, primo autore dello studio, “il fuoco aggrava la foresta perdita e risultati in un circolo vizioso”.

I dati sulla combustione del fuoco derivati ​​dall’osservazione dei satelliti indicavano più incendi che si verificano lungo l’arco della deforestazione, una curva al margine sud-orientale della foresta dove la deforestazione è la più rapida. Nello studio, hanno utilizzato più prodotti di dati satellitari e analisi del clima per garantire coerenza e affidabilità.

Amazzonia, la deforestazione porterà a nuove pandemie in futuro

La foresta amazzonica sta diventando più secca e più sensibile al fuoco a causa dei cambiamenti accoppiati di stagionalità climatica, perdita di foreste e incendi.

La mitigazione dei cambiamenti climatici e la gestione sostenibile del territorio sono fondamentali per evitare o almeno rimandare il “punto critico” della foresta amazzonica”, ha affermato Xu

(Visited 75 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago