Parte dell’ammontare del Gulbenkian Prize for Humanity assegnato alla giovane attivista Greta Thunberg verrà donato all’Amazzonia per fronteggiare l’emergenza covid-19. 

I primi 100.000 euro saranno per l’Amazzonia: è la promessa di Greta Thunberg, 17 anni, attivista contro i cambiamenti climatici, che ha subito impegnato parte dell’ammontare del Gulbenkian Prize for Humanity.

Dello stanziamento, immaginato per favorire la difesa delle popolazioni native dalla pandemia di nuovo coronavirus, la giovane ha riferito con un videomessaggio sui suoi profili social.

I fondi saranno destinati a Sos Amazonia, una campagna coordinata da Fridays for Future Brazil per le comunita’ indigene minacciate dal Covid-19. “Tutti i soldi – ha sottolineato Greta, in riferimento a un ammontare complessivo di un milione di euro – saranno donati attraverso la mia fondazione a organizzazioni e progetti che aiutano persone sulla linea del fronte, colpite dalla crisi climatica ed ecologica, in particolare nel Sud del mondo“.

Secondo Jorge Sampaio, presidente della giuria del Gulbekian, un premio internazionale istituito in Portogallo, il riconoscimento è stato conferito all’attivista “per la sua capacità di mobilitare i giovani per la causa del cambiamento climatico e per la sua lotta tenace contro lo status quo“. Il Brasile è a oggi uno dei Paesi più colpiti dal Covid-19. Secondo stime del governo, i contagi tra le comunità native sono almeno 15.000.

Articolo precedenteOspedali Dipinti, riparte da Messina il tour per portare il colore nei reparti pediatrici degli ospedali
Articolo successivoPlastica sospesa, l’installazione che denuncia gli sprechi e le cattive abitudini alimentari