AttualitàPolitica

Amazzonia, il governo mette a disposizione nuove forze per combattere la deforestazione

Condividi

Il governo brasiliano ha autorizzato la creazione di una forza di sicurezza per combattere la deforestazione in Amazzonia, in aumento rispetto al 2019.

Il Brasile ha autorizzato la creazione di una forza di sicurezza nazionale per contrastare la deforestazione in Amazzonia, tra le preoccupazioni che il 2020 possa rivelarsi un altro anno catastrofico per la più grande foresta pluviale del mondo.

Amazzonia, l’emergenza continua: deforestazione in aumento. Ecco i dati

Il Ministro della Giustizia Sergio Moro ha approvato la creazione di una forza di sicurezza composta da agenti di polizia addestrati militarmente, per fornire supporto alle operazioni portate avanti dall’agenzia ambientale Ibama nello Stato di Para fino alla fine del 2020. L’annuncio è giunto dopo che l’INPE, l’istituto spaziale brasiliano, ha pubblicato i dati relativi alla deforestazione: secondo l’istituto, la deforestazione della Foresta amazzonica nel mese di gennaio 2020 è raddoppiata rispetto al gennaio dell’anno precedente.

 

Amazzonia, anche la protezione della foresta può diventare un business

L’agenzia Ibama ha spiegato che solitamente nella stagione delle piogge, che va da ottobre ad aprile, la deforestazione raggiunge il livello minimo annuale ma quest’anno i taglialegna hanno continuato ad agire illegalmente. L’agenzia è a corto di personale e finanziamenti e gli agenti sostengono di non essere in grado di contenere la deforestazione in un’area così vasta; inoltre nel 2019 sono mancate le politiche a supporto di questi agenti. La Foresta amazzonica assorbe una grande quantità di diossido di carbonio e gli scienziati la ritengono fondamentale per ridurre l’effetto dei cambiamenti climatici.

Amazzonia, assassinato un ragazzo indigeno di 15 anni

L’aumento della deforestazione e degli incendi in Amazzonia ha portato alla condanna internazionale del Presidente Jair Bolsonaro, che ha più volte reso noto di voler aprire la foresta sviluppo industriale. Tuttavia il presidente sostiene di essere stato ingiustamente demonizzato e che il Brasile sia un modello per la protezione ambientale.

(Visited 37 times, 2 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago