Attualità

AMAZON BRACCIALETTO WIRELESS PER MONITORARE DIPENDENTI E MERCE. COME FUNZIONA?

Condividi

Amazon braccialetto. Potremmo benissimo dire che Amazon ne sa una più del diavolo! Infatti, uno dei principali negozi online del mondo, ha brevettato un braccialetto wireless per i suoi dipendenti per velocizzare la ricerca dei prodotti stoccati nei magazzini. Questo braccialetto è in grado di controllare con precisione dove si mettono le mani, guidandole nella giusta direzione, attraverso delle vibrazioni, nella ricerca dei prodotti.

I dati degli ordini effettuati vengono trasmessi sul mini computer al posto dei dipendenti che dovranno cercare la merce, metterla in scatola e passare al compito successivo. Il brevetto del braccialetto wireless fu depositato nel 2016 e riconosciuto lo scorso martedì.

L’uso del braccialetto permetterebbe si ad Amazon di sveltire le consegne, ma trasformerebbe gli uomini in supermacchine controllate. Questo metodo infatti può anche essere usato come mezzo per sorvegliare i dipendenti che già hanno denunciato Amazon per le condizioni di lavoro ritenute troppo dure (durante il Black Friday ci fu infatti uno sciopero del personale per ottenere un dialogo con l’azienda). Come riportato da “La Repubblica”, i dipendenti di Amazon percorrono per ogni turno dai 17 ai 20 chilometri per spostare merci e pacchi. La protesta è tutt’ora in corso in attesa che il contratto venga rivisto e modificato.

(Visited 144 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago