AMA, VENTI MEZZI DANNEGGIATI DAI VANDALI. RACCOLTA RIFIUTI A RILENTO

Ama venti mezzi danneggiati dai vandali. Raccolta rifiuti a rilento. Amaro risveglio questa mattina per l’Ama.

Serbatoi svuotati, marmitte smontate e abbandonate sul piazzale.

Venti mezzi (su 27) del tutto inutilizzabili, è quello che hanno trovato questa mattina alle 5:30 gli operatori Ama della sede di Capannelle.

Conseguenza: servizio temporaneamente non a pieno regime in alcune aree del VII Municipio (Tuscolano) della Capitale.

“Venti mezzi Ama depredati e danneggiati, temporaneamente inutilizzabili per i servizi previsti in alcune aree del VII Municipio. È questo il consuntivo di un atto vandalico subito questa notte dalla municipalizzata capitolina per l’Ambiente” – comunica in una nota Ama.

Immediatamente allertati i carabinieri del Pronto intervento, ai quali, il Responsabile Ama del distretto di Roma Est ha sporto denuncia contro ignoti.

“Hanno smontato le marmitte, svuotato i serbatoi e abbandonato tutto sul piazzale dove i mezzi dell’Ama erano pronti a partire per la raccolta dei rifiuti nel VII Municipio. Nella foto vedete quello che hanno lasciato i vandali che la scorsa notte hanno manomesso 20 dei 27 camion della sede di via Ettore Gabrici” –  scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi sul suo profilo Facebook, che poi aggiunge: “non ci siamo persi d’animo e abbiamo trasferito altri furgoni da altre sedi. Ma – vi assicuro – è davvero difficile andare avanti e fare fronte ai continui atti di sabotaggio o semplice vandalismo. Da novembre 2017 ad oggi, sono stati oltre 270 i contenitori stradali (Cassonetti e campane) Ama bruciati, con punte di circa 100 in ciascuno dei due municipi X e VII. Centinaia di migliaia di euro andati in fumo. Comunque gli autori di tutti questi atti siano sicuri di una cosa: non ci fermeremo. Pensano di colpire questa amministrazione ma arrecano un danno a tutti i romani. Noi andiamo avanti”.

Sette, i mezzi restanti non danneggiati, che sono stati distribuiti sul territorio con l’ausilio di alcuni furgoni disponibili presso sedi di zona limitrofe, cercheranno di garantire il massimo delle attività previste di raccolta dei rifiuti e pulizia nel quadrante assegnato alla zona.

Per il presidente di Ama, Lorenzo Bagnacani “si tratta di un gravissimo atto vandalico che si riversa sull’intera collettività, provocando un danno al patrimonio dell’azienda e ai cittadini con rallentamenti sui servizi. Gli addetti dell’autofficina di Rocca Cencia sono già al lavoro per rimettere su strada in tempi rapidi il maggior numero possibile di mezzi vandalizzati. Atti come questo o come quelli dei Cassonetti bruciati, che colpiscono soprattutto i municipi VII e X, sono intollerabili. Anche in questo caso, abbiamo immediatamente presentato denuncia alle Autorità Competenti di controllo e pubblica sicurezza, con le quali anche per questo genere di fatti criminosi l’attuale management continuerà a collaborare ai massimi livelli”.

(Visited 30 times, 1 visits today)

Leggi anche