Alternanza scuola-lavoro. Studenti di tutta Italia, in piazza oggi per il primo sciopero contro le modalità con cui viene gestita l’alternanza scuola-lavoro.

Convocato dall’Unione degli studenti, le manifestazioni in programma hanno coinvolto 70 città italiane. I ragazzi, spiegano le organizzazioni Rete della Conoscenza Unione degli Studenti e Link Coordinamento Universitario, indosseranno tute blu contro lo sfruttamento chiedendo una alternanza di qualità.

In piazza c’erano anche gli universitari di Link contro i “tirocini – sfruttamento”. ” Siamo stanchi di vedere i nostri percorsi di studi degradati a manodopera a basso costo per enti, privati e imprese ¬– dice Andrea Torti, coordinatore nazionale di Link, annunciando che con la campagna Formazione Precaria hanno lanciato un’inchiesta, con lo scopo di portare alla luce lo sfruttamento che gli studenti e le studentesse vivono nei loro percorsi accademici.” Al Ministero dell’istruzione – spiegano i ragazzi in piazza – chiediamo che fine abbia fatto lo statuto delle studentesse e degli studenti in alternanza scuola – lavoro e il codice etico per le aziende. “Siamo stanchi di aspettare – aggiungono – come studenti viviamo sulla nostra pelle i disagi di questo modello di alternanza scuola – lavoro, noi siamo studenti, non merce nelle mani delle aziende.”

Articolo precedenteDAVID ROSSI, UN SUICIDIO SEMPRE PIÙ MISTERIOSO. PARLA L’EX SINDACO DI SIENA
Articolo successivoREGIONE LAZIO, ROBERTA LOMBARDI (M5S) CANDIDATA PRESIDENTE