Documentari Animali

Allocco di Lapponia, il silenzioso padrone della notte

Condividi

Allocco di Lapponia. L’allocco di Lapponia o gufo della Lapponia o grande gufo grigio (Strix nebulosa Forster, 1772) è un grande uccello rapacenotturno appartenente alla famiglia Strigidae, distribuito in tutta l’emisfero nord, nelle foreste di conifere che precedono la tundra.

Questo animale riesce a scovare le prede anche a 30 centimetri sotto la neve.

Le femmine non lasciano quasi mai il nido incustodito, allontanandosi al massimo per sei minuti al giorno.

Una ricerca finlandese ha svelato che il 57% dei nidi di allocco di Lapponia erano prima stati utilizzati, e poi abbandonati, dagli astori.

In inverno alcuni esemplari si spingono a sud, ma mai oltre il Mar Baltico.

Nei pressi del suo nido tollera la presenza di ulule e allocchi degli Urali, ma entra facilmente in conflitto con gli astori.

Gli allocchi di Lapponia hanno un becco affilato, ricurvo-uncinato verso il basso e artigli forti e resistenti, con unghie affilate e taglienti poste all’estremità di grosse zampe.

Il corpo è leggero, grigio, con striature scure e macchie bianche.

Il petto è bianco con macchie marroni.

I sessi sono simili e differiscono solo di mole, la femmina è circa il 5% più grossa del maschio.

Questo gufo non ha i ciuffi auricolari e presenta il più grande disco facciale (che possiede rughe ricoperte da pelle molto evidenti e presenti fin dalla nascita) di qualsiasi altro rapace notturno.

(Visited 81 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago