TORINO (ITALPRESS) – “Dobbiamo cercare di tornare a vincere anche in casa, dove ne abbiamo già perse tre. Il Genoa viene da due sconfitte e un pari con Shevchenko, che è un allenatore molto bravo nonostante sia giovane, ha fatto ottimi risultati con l’Ucraina. E col Genoa sono sempre stata partite difficili: è una partita da vincere, da affrontare nel miglior modo possibile”. Massimiliano Allegri vuole dare continuità al 2-0 di Salerno e la sfida di domani allo Stadium contro il Grifone è una buona chance per cancellare il ko di una settimana fa con l’Atalanta. “Quella di Salerno è stata una buona partita ma deve essere la base di quello che dobbiamo fare da qui a giugno. Domani non possiamo permetterci di steccare”. Ancora out De Sciglio e McKennie (“la settimana prossima dovrebbero tornare in gruppo”) oltre a Ramsey, Allegri conferma Pellegrini e Kulusevski, in mezzo toccherà di nuovo a Locatelli: “Sta ancora in piedi…”. Da decidere chi affiancherà l’ex Sassuolo, con Rabiot (“gioca in nazionale nei due di metà campo e fa meglio quel ruolo lì che la mezz’ala”) e Arthur (“un ottimo professionista, quando è stato chiamato in causa ha fatto la sua parte ed è un buon segno”) che si candidano a una maglia. Davanti solito ballottaggio: “A Salerno Morata è entrato e ha fatto bene come Kean, domani mattina valuterò, ma sono contento di tutti e due”. Inevitabile parlare dell’inchiesta sulle plusvalenze ma Allegri assicura: “La serenità all’interno dell’ambiente è totale, dobbiamo cercare di vincere un pò di partite e fare un filotto. Sul resto non ho niente da commentare, la società si è già espressa con dei comunicati, noi dobbiamo pensare solo al campo, la società ci dà totale serenità e tranquillità”.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteUniversità, Messa “Problema valorizzazione dei nostri laureati”
Articolo successivoCovid, l’impatto sul commercio internazionale sarà duraturo