Allarme siccità al Nord, Laurenzi: “Dobbiamo abituarci. Le conseguenze le vedremo tra 2 anni”

203
0

Il meteorologo a TeleAmbiente: “La colpa è dell’anticiclone arrivato fuori stagione. Speriamo nelle piogge primaverili”.

La pioggia e la neve caduti nei giorni scorsi su diverse regioni del nord Italia non hanno risolto il problema siccità che da due mesi attanaglia il Settentrione.

Un problema, quello della siccità, con cui dovremmo fare i conti anche nei prossimi anni.

“Dall’inizio di quest’anno – spiega a TeleAmbiente il Colonnello Francesco Laurenzi, meteorologo e volto noto della tv – sono caduti al Nord e al Centro Italia qualcosa come 4-5 millimetri di pioggia, assai meno delle medie del periodo”.  

Clima, una città sta per essere inghiottita dall’acqua

Laurenzi: “Non piove per colpa dell’Anticiclone fuori stagione”

La colpa, spiega Laurenzi, è dell’arrivo fuori stagione dell’Anticiclone delle Azzorre. “Questa è una situazione che andrebbe bene quando luglio e agosto godono del tempo migliore – spiega il colonnello Laurenzi -. L’Anticiclone delle Azzorre, quello che d’estate porta il bel tempo, quest’anno ha sbagliato stagione, è arrivato nel bel mezzo dell’inverno”.

Il colonnello spiega che solitamente, su tutto il territorio nazionale italiano, durante l’inverno arriva una perturbazione ogni 3 o 4 giorni. “Quest’anno, invece, non ci sono state perturbazioni”.

“Parte del Pianeta Terra diventerà presto inabitabile”, l’allarme dell’IPCC

Siccità, le conseguenze le vedremo tra due anni

Le conseguenze dell’assenza di piogge e della siccità che sta colpendo il Settentrione d’Italia le avvertiremo maggiormente nei prossimi anni.

“L’assenza di piogge d’inverno è un fenomeno meteorologico estremo – spiega il colonnello Laurenzi – e questo ci impensierisce un pochettino. Un po’ per le colture che hanno bisogno di acqua, un po’ anche per il rifornimento idrico”.

Laurenzi spiega che il processo che porta l’acqua nei nostri rubinetti è piuttosto lungo: “L’acqua che arriva nei rubinetti, cioè quella che noi beviamo, ha circa un anno, un anno e mezzo se non addirittura due anni. Quindi, ahinoi, le conseguenze dell’attuale siccità non la vedremo soltanto adesso ma anche questa estate e forse anche la successiva”. 

Super Bowl, i cattivi di “Austin Powers” contro il cambiamento climatico in uno spot della GM

Articolo precedenteAviaria, boom di casi nel 2021: ora l’allarme riguarda anche l’uomo
Articolo successivoBollette alle stelle, in un anno +131% per la luce e +94% per il gas