ClimaInquinamento

All4Bike, parte da Roma la maratona ciclistica del Mite per la mobilità sostenibile

Condividi

Da Roma a Milano in bici per dimostrare che un’altra mobilità è possibile. È il messaggio che All4Bike, la maratona ciclistica del Ministero della transizione ecologica vuole lanciare in occasione della Youth4Climate c’è si terrà a Milano dal 28 al 30 settembre.

“La filiera della bicicletta italiana – ha affermato il ministro Cingolaniè un orgoglio in tutto il mondo: è lo standard a livello internazionale di più alta qualità. Bisogna riportare la bici nelle scuole e far capire quanto è bello pedalare. Perché è un grande esempio di civiltà, una grande lezione sportiva e una grande avventura personale”.

Cop26, Milano è pronta ad accogliere Greta e la Youth4Climate

Paola Gianotti, ciclista, 4 volte world record per aver fatto il giro del mondo in bicicletta è partita da Roma, sede del Mite alla volta di Milano, sede della youth4 climate.

La maratona attraverserà cinque Regioni (Lazio, Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Lombardia) per un totale di circa 750 chilometri.

Jeff Bezos dona un miliardo di dollari per tutelare l’ambiente e le specie in via d’estinzione

La bicicletta è il futuro – ha osservato Gianotti – Io credo che ognuno di noi abbia il dovere di fare tutto il possibile per tutelare il pianeta. Molto spesso le persone pensano che i grandi cambiamenti debbano arrivare dall’alto: io sono convinta che siamo noi, con le nostre piccole azioni quotidiane, a poter far qualcosa di concreto. L’utilizzo della bici è oggi assolutamente necessario, soprattutto nelle grandi città, per evitare di continuare a inquinare inutilmente durante i piccoli spostamenti quotidiani”.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago