Superbonus, Pecoraro Scanio: “Il governo mente davanti ai dati”

L’ex ministro e ora presidente della Fondazione UniVerde: “Chi ha avviato i lavori e investito tanto, fidandosi dello Stato, va rispettato”.

Alfonso Pecoraro Scanio ancora una volta al fianco degli esodati del Superbonus. L’ex ministro dell’Ambiente e presidente della Fondazione UniVerde, che ha raggiunto il presidio di via XX settembre, attacca il governo, spiegando che la propaganda della maggioranza viene sconfessata dai dati economici.

Questa è una vergogna nazionale: il governo mente sui dati ma viene smentito dalla stessa Agenzia delle Entrate. E se le entrate  sono aumentate, dipende dalla rimessa in moto dell’edilizia. Non lo dicono gli esodati del Superbonus: studi statistici, gruppi economici e Confindustria, tutti i settori d’analisi indicano che è stata una misura che ha creato economia” – ha spiegato a TeleAmbiente Alfonso Pecoraro Scanio – “Vogliamo dire che dobbiamo ridurre alcune cose, tipo le seconde, terze e quarte case? Tra l’altro erano tutti emendamenti in gran parte del centro-destra per allargare le maglie, ora governano e fanno i ‘soloni’. Le piccole imprese edilizie, i condomini e i cittadini che hanno già avviato i lavori con legittime aspettative verso lo Stato devono essere rispettati. Alla fine questo determinerà una condanna per il governo in caso di contenzioso, ma intanto le aziende rischiano di fallire e i cittadini di essere danneggiati“.