Alfonso Pecoraro Scanio: “Serve un commissario straordinario per la crisi climatica”

A Rapporto Mondo su TeleAmbiente l’ex ministro dell’Ambiente ha lanciato la proposta di istituire una figura che si occupi anche di adattamento alla crisi climatica in corso

“È evidente che noi abbiamo bisogno non di un commissario per ogni emergenza ma di un commissariato straordinario per la crisi climatica”. A dirlo a Rapporto Mondo su TeleAmbiente è stato Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione UniVerde ed ex ministro dell’ambiente.

Parlando del problema del dissesto idrogeologico che in Italia fa ogni anno milioni di danni e diverse vittime, Pecoraro Scanio ha spiegato che il problema sta nell’incapacità italiana di preoccuparsi della manutenzione e della prevenzione.

“È evidente che il nostro paese ha un problema – ha detto Pecoraro Scanio -. Gli italiani non amano la manutenzione. Quindi il lavoro da fare in questo senso è faticoso. Perché abbiamo un Paese all’avanguardia sull’emergenza ma la prevenzione viene messa in secondo piano. A questo si aggiunge un altro problema. A un Paese fragile dal punto di vista geologico si aggiunge una crisi climatica che ha aumentato i fenomeno estremi”. 

Da qui la proposta di creare un commissario ah hoc per la gestione della crisi climatica che vada ad occuparsi della prevenzione e delle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici oltre che delle emergenze causate dagli eventi meteo estremi che, ricorda l’ex ministro, sono tutt’altro che maltempo.

GUARDA L’INTERVISTA COMPLETA A RAPPORTO MONDO