Maccio Capatonda testimonial della campagna di Treedom per regalare un albero a Natale. Il video preparato dall’attore, comico e produttore, decisamente esilarante, è assolutamente imperdibile.

Vi ricordate la campagna di Treedom per regalare un albero a Natale? Ve ne avevamo già parlato, ma ora c’è anche un testimonial d’eccezione come Maccio Capatonda. Il geniale attore e produttore è infatti il protagonista della campagna, con un video realizzato nel suo stile che è assolutamente imperdibile. Nei panni dell’improbabile Pin Scotts, sedicente ceo di Treedom, Maccio Capatonda spiega in inglese: “Come sapete, Treedom si concentra da sempre sulla creazione di prodotti ed esperienza che vi permettono di essere più connessi al mondo che vi circonda, ma questa volta vogliamo sorprendervi come nessuno ha mai fatto prima. Oggi vi presentiamo la nostra più grande novità hi-tech, che cambierà per sempre il vostro modo di vivere“.

Un albero come regalo di Natale, la nuova campagna di Treedom

Si tratta di Albero (il riferimento è al titolo di Libro, la prima autobiografia di Maccio Capatonda, e ad accessori come Tazza). “Il nostro team di esperti in microingegneria ha sviluppato un innovativo processore biotech che ci ha permesso di dare vita ad Albero: il seme. Non è solo un sofisticato microchip con memoria a lungo termine, ma anche la prima invenzione della storia dotata di intelligenza naturale” – spiega Maccio Capatonda, stavolta nei panni di Josh Green – “Grazie alla sua rete in fibra, Albero si connette col sottosuolo e questo gli permette di avere autonomia illimitata, senza dover essere ricaricato. Tutta questa tecnologia è racchiusa all’interno di una scocca ultraresistente, ecosostenibile e resistente all’acqua: la corteccia. Le sorprese non finiscono qui: grazie all’innovativo Photosintex CloroFile System, Albero è il dispositivo più evoluto al mondo in grado di produrre ossigeno che ci permette di respirare“.

La parola torna poi a Pin Scotts: “Albero è ossigeno, prodotto a costo zero intorno a noi. Ed è grazie a questa straordinaria caratteristica che Albero ti offre la più realistica esperienza mai progettata: la vita. Esplora insieme a noi questa opportunità“. All’improvviso, però, torna prepotentemente Maccio Capatonda, che inizia a parlare in italiano: “L’opportunità di non far estinguere questa razza umana maledetta che siamo. Ecco cosa dobbiamo esplorare. Cioè, noi siamo arrivati al punto di dover vendere alberi alle persone facendo finta di essere americani così questi pensano che gli alberi sono fighi? Gli alberi sono la natura, certo che sono fighi!“.

Articolo precedenteBaccini “Con il microcredito creati 50 mila posti di lavoro in Italia”
Articolo successivoSeconde case, i prezzi di vendita corrono in montagna